Forum Rules Regole della sezione

  1. Il titolo delle discussioni deve essere presentato in questo modo: [N° albo iniziale/N° albo finale] Titolo
  2. Solo storie dal numero 401 al 500
  3. Controllare che non ci sia già la discussione degli albi interessati

Nota: Le discussioni compaiono in ordine decrescente in base ai numeri degli albi

Rammentiamo d'utilizzare lo spoiler per punti che svelerebbero parti della storia! il codice è: [spoiler]testo[/spoiler]

  Reply to this topicStart new topicStart Poll

 
voto alla storia
10 - 6 [ 1 ]  [4.76%]
9 - 5.5 [ 6 ]  [28.57%]
8 - 5 [ 6 ]  [28.57%]
7 - 4.5 [ 8 ]  [38.10%]
6 - 4 [ 0 ]  [0.00%]
5 - 3.5 [ 0 ]  [0.00%]
4 - 3 [ 0 ]  [0.00%]
3 - 2.5 [ 0 ]  [0.00%]
2 - 2 [ 0 ]  [0.00%]
1 - 1.5 [ 0 ]  [0.00%]
Voti Totali: 21
I visitatori non possono votare 

Colonnello_Jim_Brandon
Inviato il Lunedì, 24-Mar-2008, 16:49
Quote Post


Unregistered









Only registered users can see pictures
Registrati o Entra nel forum!


Only registered users can see pictures
Registrati o Entra nel forum!


Terra di confine ; Il diavolo della sierra

NOTE : La storia comincia a pagina 47 del numero 469

Soggetto e sceneggiatura: Mauro Boselli
Disegni: Carlo Raffaele Marcello
Copertina: Claudio Villa


Arizona. Poco lontano dal villaggio della riserva navajo in cui si sono stabiliti gli uomini del fu sergente Torrence e le loro mogli yavapai ( vedi nr 417/418 I cercatori di piste ); un gruppo di indiani Yaqui e messicani, capitanati dal sanguinario Narvaez, soprannominato el diablo rojo, entra in contantatto con Kit Willer, il figlio meticcio del sergente Torrence e un altro indiano. Il giovane Willer, credendo alle parole di pace del crudele Narvaez, scorta il folto gruppo di Yaqui presso il villaggio degli uomini di Torrence per incontrare il grande capo dei navajo aquila della notte. Dopo aver trascorso alcuni giorni al villaggio e aver riempito di parole di pace le orecchie di Tex, Kit, Tiger, Pat McRyan e dell'ex braccio destro di Torrence, il biondo Novak, Narvaez e i suoi tornano verso il loro rifugio arroccato sulla sierra Negra in Messico. Tex, diffidando delle parole di pace pronunciate da Narvaez decide di farlo seguire da Kit e da altri indiani navajo ordinando loro di seguirli fino ai confini della riserva. Il giovane willer, dopo alcuni giorni, torna al villaggio portando la notizia che Narvaez è veramente tornato in Messico; tuttavia i due Navajo hanno deciso di seguire Narvaez sino al confine col messico.
Tex decide allora di lasciare il villaggio assieme a Pat, Tiger e John, il figlio di Torrence, per andare a Flagstaff; qualche giorno dopo, di ritorno da Flagstaff, il fato vuole che Tex, Tiger John e Pat incappino in delle misteriose tracce lasciate probabilmente dagli uomini di Narvaez, tracce che erano sfuggite a Kit e che ora portano dritte al villaggio degli Yavapai; i nostri amici, temendo il peggio si lanciano a spron battuto verso il villaggio, ma quella notta Narvaez e i suoi fanno irruzione nel villaggio rubando i cavalli degli Yavapai, rapendo alcune donne indiane dei soldati tra cui Luna, madre di John e vedova del sergente Torrence, e ferendo il giovane Willer. Il mattino dopo Tex e i suoi compagni, incappano in un appiedato gruppo di soldati e Yavapai guidati da Novak e questi innformano il nostro ranger di quanto accaduto al villaggio. Tex decide allora di mandare Tiger a chiedere aiuto ai suoi Navajo al villaggio centrale della riserva mentre lui, Novak e Pat si mettono sulle tracce del crudele Diablo Rojo, il quale sta cavalcando a spron battuto presso il suo rifugio sulla sierra negra, luogo in cui spera di prendere la vita di Aquila della notte. Ha così inizio un duello psicologico tra Narvaez e Tex, un gioco che vedrà prima l'uno poi l'altro interpretare il ruolo della preda e del cacciatore, finchè non si consumerà la loro tragica sfida sulla sierra negra.


Una bella storia. Boselli ci dipinge un contesto crudele e violento, ambientato nelle aride terre dell'arizona prima e tra le roventi pietre del messico poi; il grande Marcello fa, come sempre, sfoggio della sua arte regalandoci una storia di un livello grafico superiore!!! In questa storia Boselli ci presenta un Tex più cupo ed emotivo del solito, un uomo determinato a distruggere il suo malvagio avversario costi quel che costi. Molto poco sfruttata, a mio parere, la figura del buon vecchio Pat che, non sapendo usare il fucile, risulta essere più un peso che altro per il povero rangers. Anche l'ex soldato Novak non brilla di perspicacia e astuzia, e ce lo mostra chiaramente quando viene catturato come l'ultimo dei novellini vicino ai pozzi... Meno male che c'è Tex a fare il diavolo a quattro e a salvarli tutti!!!!
Una nota di merito va al malvagio e mefistofelico Narvaez, un vero bastardo!!! Un masochista che ama torturare e d uccidere i suoi prigionieri e che soggioga i suoi uomini col terrore della morte!! Un cattivo veramente molto ben caratterizzato che a mio parere alza il livello della storia di parecchi livelli!!! Peccato per il minimo utilizzo di Kit e Tiger... io onestamente li avrei sfruttati un po' di più...

Voto : 7
Top

Wasted Years
Inviato il Lunedì, 24-Mar-2008, 17:33
Quote Post


Unregistered









Storia Boselliana nel vero senso della parola. Un Tex strano e diverso, molto umano, che combatte contro una figura, al contrario, malvagia e disumana. Classico gioco degli opposti. Tex si batte come un leone, mentre tutti intorno a lui sono di due categorie inferiori al titano Tex willer. Che dimostra una forza sovraumana contro le sbarre di una gabbia. La storia mi piace, disegnata da un GRANDE Marcello, i testi sono atipici ma si legge congrande piacere.
9 complessivo, un pelino meglio i disegni.
Top

 
antoine
Inviato il Martedì, 20-Gen-2009, 21:14
Quote Post


Sbarbatello
*

Gruppo: Allevatore
Messaggi: 59
Utente Nr: 442
Iscritto il: 07-Gen-2009



Only registered users can see pictures
Registrati o Entra nel forum!
una delle storie di boselli piu' gradevoli encomiabili i disegni del compianto marcello ma in queste cover villa avrebbe potuto fare ed impegnarsi meglio visto che di verve ne ha.peccato che non la usi spesso darei un voto pari10 a tutti e tre
Only registered users can see pictures
Registrati o Entra nel forum!
PMEmail Poster
Top

 
Cheyenne
Inviato il Sabato, 07-Feb-2009, 15:20
Quote Post


Nostalgia texiana (per gli amici "Vecchia mummia"
*****

Gruppo: Rangers
Messaggi: 3604
Utente Nr: 250
Iscritto il: 29-Mag-2008



Una storia assolutamente da leggere. La malvagità e la crudeltà gratuita del Diablo Rojo fanno da contraltare ad un Tex generoso e giusto, pronto a rischiare la vita per aiutare gli amci in pericolo. Gli indios sono totalmente terrorizzati e asserviti ad un capo sadico e spietato, che proprio nel terrorizzare e torturare a fronte della più lieve mancanza (e a volte senza nemmeno questa scusa) prova il suo massimo piacere. Ne sono la prova figure come quella di
(click to show/hide)

oppure
(click to show/hide)

Proprio per questo la caduta di quello che si credeva un capo potentissimo e aveva tutti ai suoi piedi fa particolarmente rumore: Narvaez muore come un codardo qualsiasi, e come ha promesso Tex, tutto il ricordo che resta di lui è di essere stato ucciso da Aquila della Notte.
Ottimi i disegni del compianto Marcello
Voto complessivo: 9


--------------------
Attento Kit! Comincia la danza delle bottiglie!

Al diavolo! Ricambieremo col ballo dei lampadari!
PM
Top

 
carson00
Inviato il Domenica, 08-Mar-2009, 18:49
Quote Post


Cavaliere Solitario
****

Gruppo: Ranchero
Messaggi: 813
Utente Nr: 471
Iscritto il: 14-Feb-2009



Una avventura da leggere supportata da gli ottimi disegni di marcello che aiutano il lettore a percepire l'aridità dei paesaggi in cui nel finale si sviluppa la storia.
Un tex al massimo della forma che risolve la "questione" praticamente da solo nonostante abbia al fianco novak(ex soldato) e pat l'irlandese.Quest'ultimo(che troviamo per la seconda storia consecutiva),mostra tutte le sue difficoltà in un ambiente non a lui congeniale.
Un "cattivo" di prim'ordine he agisce da serpente per tutta la storia e tex gli riseva il giusto "trattamento".
Complessivamente darei un 8.


--------------------
mattutino. dove i principi sederunt, e Malachia stramazza al suolo
PMEmail Poster
Top

 
Pedro Galindez
Inviato il Lunedì, 30-Mar-2009, 23:49
Quote Post


Cacciatore di Taglie
*****

Gruppo: Rangers
Messaggi: 2896
Utente Nr: 246
Iscritto il: 25-Mag-2008



( Wasted Years@ 24 marzo 2009 ore 16:33 )
QUOTE
Tex si batte come un leone, mentre tutti intorno a lui sono di due categorie inferiori al titano Tex Willer.

In effetti anche a me pare che Boselli abbia perseguito in questa storia l'obiettivo di porre Tex ad un livello eroico irraggiungibile per gli altri personaggi: così mi pare si possano spiegare scelte come quella di affiancargli dei partner come Pat Mc Ryan e l'ex soldato Novak, i quali, a paragone dei pards, fanno la figura dei membri dell'Armata Brancaleone; come quella di eliminare dalla seconda parte della narrazione Kit Willer e Tiger
(click to show/hide)
; o come quella di far divellere a Tex delle sbarre di ferro a mani nude ( un exploit del genere sarebbe stato più facile e prevedibile per Pat, che invece ha la più semplice incombenza di divellere un palo di legno dal suolo....
Only registered users can see pictures
Registrati o Entra nel forum!
Only registered users can see pictures
Registrati o Entra nel forum!
).
Tuttavia, come recita la morale della favola del leone e del topolino di Esopo, "piccoli amici possono rivelarsi grandi amici": con tutto questo abisso tra le sue doti e quelle dei suoi compagni d'avventura, Tex farebbe probabilmente la fine del roastbeef al sangue se non intervenissero successivamente contro Narvaez e i suoi Yaqui Pat e Novak, la vedova del sergente Torrence Luna e ancora Pat; anche se di per sé i loro singoli exploit non sono certo risolutivi ( per quanto
(click to show/hide)
,danno comunque tempo e modo a Tex di arrivare alla resa dei conti con il "diavolo rosso" Narvaez.
A mio avviso é proprio lui a fare emergere alcuni dei punti deboli della trama: se infatti nella riserva navajo ( dove é lui a rischiare grosso ) si mostra astuto e pieno di risorse tattiche, talchè riesce ad obbligare Tex e i suoi a seguirlo sul suo terreno , proprio quando potrebbe affrontare il nostro ranger con tranquilla lucidità inizia a perdere colpi e statura agli occhi del lettore. Certo, la sua brutale crudeltà rimane inesauribile, ma questo Yaqui dal nome messicano si rivela volta a volta superstizioso
(click to show/hide)
, stupido
(click to show/hide)
e vigliacco ( come Tex non cessa di ringhiargli contro per tutta la parte finale della storia e come mostra la prosaica fine che fa ). Può darsi che Boselli, come ha detto Wasted, volesse giocare sulla contrapposizione tra Bene Assoluto ( Tex ) e Male Assoluto ( Narvaez ); IMHO, però, il risultato è che Narvaez, all'inizio paragonabile per la sua pericolosità a Lucero ( o forse anche al Mefisto de "La gola della morte" ), alla fine sembra una versione più meschina e crudele di Cruzado.
Insomma una storia di buon livello ( anche tenuto conto delle sue dimensioni di riempitivo, che forse spiegano pure la parabola discendente di Narvaez, che consente di contenere il numero di pagine dell'epilogo ), ma non un capolavoro assoluto; in compenso, i disegni di Marcello mi sembrano di livello assai elevato.
In sintesi, IMHO:
soggetto 7,5
sceneggiatura 7,5
disegni 8,5

Messaggio modificato da Pedro Galindez il Martedì, 31-Mar-2009, 23:51
PM
Top

 
capitano mendoza
Inviato il Domenica, 06-Giu-2010, 22:29
Quote Post


Cavaliere Solitario
****

Gruppo: Collaboratori
Messaggi: 1041
Utente Nr: 624
Iscritto il: 31-Ago-2009



L'ho letta pochi giorni fa sul TuttoTex.

Devo ammettere che, dando prima una piccola sfogliata ai due albi, non mi aspettavo molto da questa storia, in quanto composta da solo 1 albo e mezzo. Quindi, quando ho iniziato a leggere, non avevo molte pretese, il che mi ha reso la storia ancora più piacevole, perché nel vedere cosa è riuscito a fare Boselli in poco spazio mi sono davvero meravigliato. Ma il fatto è che quel poco spazio è stato quello di cui Boselli necessitava, né più né meno, il che è un’ulteriore prova del fatto che se gli autori godono dello spazio da loro richiesto, possono sfornare veramente delle buone storie.

Ora, comunque, torniamo alla storia. Il personaggio su cui ruota tutta la vicenda, è, chiaramente, Narvaez, questo capo così cruento e spietato, tanto da far paura ai suoi uomini( il che mi ricorda la Tigre Nera, non trovate?). Ed è stato bello vedere la reazione di Tex di fronte a tanta crudeltà, dimostrandosi quasi un’entità superiore, irraggiungibile, tanto da spaventare Narvaez, precisamente in questa scena:

Only registered users can see pictures
Registrati o Entra nel forum!


Ed ecco la reazione di Narvaez:

Only registered users can see pictures
Registrati o Entra nel forum!




Si noti questa espressione di stupore di Narvaez, il quale ormai credeva già di aver trionfato su Aquila della Notte, ed è qui, proprio in questa sequenza, che Narvaez, a mio modo di vedere, capisce che Tex gli è troppo superiore, per poterlo battere.
E da qui, poi il duello breve, e completamente dominato da Tex, ai danni di Narvaez.

In quanto ai disegni di Marcello, non sono nè dei capolavori, ma non sono nemmeno troppo brutti: godibili.

Riguardo le copertine, invece, sono, come al solito, molto belle, sia quella di “ Terra di Confine” e sia quella di “Il Diavolo della Sierra”.

In breve:
Soggetto e sceneggiatura: 8.
Disegni: 7 e mezzo.
Per un totale di: 8.
PMEmail Poster
Top

 
West10
Inviato il Venerdì, 05-Ago-2011, 15:11
Quote Post


Cacciatore di Taglie
*****

Gruppo: Collaboratori
Messaggi: 2507
Utente Nr: 829
Iscritto il: 26-Mar-2010



Un racconto interessante che si perde nel finale in cui Narvaez viene presentato troppo titubante e anche un pò vigliacco, insomma ben al di sotto di quelle che erano state le premesse dell'inizio. A questo punto la domanda sorge spontanea, come avebbe potuto un uomo di tal genere tenere in pugno sotto un dominio di terrore un'intera tribù?
Chi è Narvaez veramente, l'uomo presentatoci all'inizio, astuto, deciso e forte o quello della fine meschino e pauroso?
Sta tutto qui il controsenso della storia.
I disegni di Marcello come al solito sono molto belli da nove pieno, per la storia a causa del finale un otto stiracchiato.
PMEmail Poster
Top

 
la tigre nera
Inviato il Mercoledì, 02-Mag-2012, 16:40
Quote Post


Cavaliere Solitario
****

Gruppo: Allevatore
Messaggi: 755
Utente Nr: 1756
Iscritto il: 13-Apr-2012



Fu una belle prime storie di Tex che lessi circa una decina di anni fa e che negli anni ha risubito svariate letture che me la hanno fatta imparare a memoria o quasi ma nonostante tutto è sempre bella da leggere. Il fatto che sia corta non influisce affatto sulla valutazione finale, anzi va sottolineato come in così poche pagine si sia riusciti a creare una così appassionante storia. Incandescente il finale pieno di colpi di scena e che lascia senza respiro. Peccato che sia un pò corto soprattutto il duello con Narvaez. I disegni di Marcello come al solito tra i migliori in assoluto.
Voto 8,5 alla trama
Voto 9,5 ai disegni
PMEmail PosterUsers Website
Top

 
Leo
Inviato il Mercoledì, 20-Giu-2012, 21:35
Quote Post


Cavaliere Solitario
****

Gruppo: Collaboratori
Messaggi: 788
Utente Nr: 1725
Iscritto il: 18-Mar-2012



QUOTE (West10 @ Venerdì, 05-Ago-2011, 14:11)
Un racconto interessante che si perde nel finale in cui Narvaez viene presentato troppo titubante e anche un pò vigliacco, insomma ben al di sotto di quelle che erano state le premesse dell'inizio. A questo punto la domanda sorge spontanea, come avebbe potuto un uomo di tal genere tenere in pugno sotto un dominio di terrore un'intera tribù?
Chi è Narvaez veramente, l'uomo presentatoci all'inizio, astuto, deciso e forte o quello della fine meschino e pauroso?
Sta tutto qui il controsenso della storia.
I disegni di Marcello come al solito sono molto belli da nove pieno, per la storia a causa del finale un otto stiracchiato.

Io non vedo alcun controsenso in questo personaggio. Boselli tratteggia, a mio parere, la classica figura del tiranno, che finché è sulla cresta dell'onda è tronfio e appare astuto e coraggioso, mentre nelle situazioni di difficoltà diviene pavido e tremante. Quante volte la Storia ci ha proposto simili personaggi? E così è anche Narvaez, e credo che Boselli abbia voluto, consapevolmente, richiamare con esso la figura del dittatore che si rivela un bluff nei momenti topici.

Narvaez a mio parere è una figura ben riuscita e l'ambientazione viene ricreata in maniera molto efficace, prima con le parole (le allusioni alla Sierra Negra quale inferno dominato dal Diablo Rojo) e poi con i sempre evocativi disegni di Marcello.

Peccato però che Boselli, a cui spesso rimproveriamo finali un pò accelerati, qui abbia proprio deciso di battere tutti i record di velocità: troppo improbabile che Tex e company, DA SOLI, riescano a salvarsi da quell'inferno di trappola in cui si erano cacciati. Lo stesso Tex, che riesce a divellere a mani nude le sbarre della gabbia, mi sembra eccessivo: poteva essere un pezzo d'archeologia quella gabbia, va bene, magari arrugginita e quindi non più granché resistente, ma comunque mi sembra estremamente improbabile che un uomo possa riuscire in una tale impresa. Per non parlare dello sforzo titanico compiuto nel momento immediatamente precedente da Pat, che si libera dai propri vincoli anche qui con una forza sovrumana...

Senza questi espedienti, un pò troppo "facili", Tex non sarebbe potuto uscire dal vicolo cieco in cui si era cacciato. Sarebbe meglio, IMHO, che il personaggio non si infili in situazioni senza via d'uscita, se poi per averla vinta gli si consente di prendere simili, poco verosimili, scorciatoie.
PMEmail Poster
Top

 
kaciaro
Inviato il Mercoledì, 15-Ago-2012, 13:46
Quote Post


Mandriano
**

Gruppo: Cowboy
Messaggi: 140
Utente Nr: 1867
Iscritto il: 13-Lug-2012



anche secondo me, la storia era buona, finalmente un cattivo crudele e spietato, ch pero' vieni fatto fuori con troppi colpi di fortuna.....tiger arriva a cose fatte potevo capire se insieme a Carson e a Kit erano riusciti a salvare Tex ma cosi' risulta tutto un po' falsato peccato
Only registered users can see pictures
Registrati o Entra nel forum!
PMEmail Poster
Top

 
Tenente Cordoba
Inviato il Martedì, 02-Lug-2013, 17:54
Quote Post


Mandriano
**

Gruppo: Cittadino
Messaggi: 181
Utente Nr: 2054
Iscritto il: 20-Nov-2012



La trama è interessante, ma il finale è troppo rapido ed il duello con Narvaez che tutto lasciava presagire fosse epico, si risolve in paio di botte. Tra le altre cose, visto che Narvaez teneva in pugno i suoi uomini con il terrore sarebbe stato preferibile
(click to show/hide)

Ci sono poi delle forzature, Tex porta con sè Pat e Novak sapendo che non gli sarebbero stati di grandissimo aiuto spedendo invece Tiger al villaggio centrale per organizzare i rinforzi, mentre invece la situazione era così drammatica da non potersi permettere la rinuncia a Tiger. Inoltre
(click to show/hide)


--------------------
Non sapevo che giocassi anche tu questa partita!

Non ho mai smesso di giocarla, vecchio mio!
PMEmail Poster
Top

 
Pablo Contreras
Inviato il Sabato, 20-Lug-2013, 18:49
Quote Post


Mandriano
**

Gruppo: Cittadino
Messaggi: 195
Utente Nr: 2021
Iscritto il: 25-Ott-2012



Considero questa storia il seguito di "Cercatori di piste" dove ritroviamo Luna, la vedova del sergente Torrence, e i suoi due figli, oltre a Novak e agli altri disertori con le loro mogli indiane. Ed è per questo motivo, credo, che l'autore abbia voluto renderli protagonisti al fianco di Tex sbarazzandosi subito di Kit (il ferimento di Piccolo Falco per eliminarlo dalla sceneggiatura tornerà ancora in futuro, purtroppo
Only registered users can see pictures
Registrati o Entra nel forum!
) e, incredibilmente, anche di Tiger Jack, che Tex manda al villaggio centrale per cercare rinforzi (inutili, come scopriremo alla fine) quando invece, come dice giustamente Tenente Cordoba prima di me, avrebbe potuto mandarci Novak o uno degli altri.
Cmq la storia è piacevole, con la presenza di Pat Mac Ryan che la rende anche divertente
Only registered users can see pictures
Registrati o Entra nel forum!
oltre al fatto che, emulando sansone, spezza le corde e permette anche a Tex di guadagnare tempo e liberarsi.
2 note finali:
Questa è l'ultima storia alla quale non è applicata la standardizzazione delle 220 o 330 pagine, sciagurata scelta della SBE che rovinerà molte storie negli anni successivi. Con l'eccezione di "Mefisto" che però era stata scritta molti anni prima, questa assurda regola verrà derogata 9 anni dopo con "Buffalo Soldiers";
Secondo me Luna, sia prima che dopo questa avventura, ha ricevuto la visita di Tex nella sua tenda al villaggio degli Yavapai...
Only registered users can see pictures
Registrati o Entra nel forum!
PMEmail Poster
Top

 
shane o' donnell
Inviato il Sabato, 08-Mar-2014, 22:30
Quote Post


Pard
***

Gruppo: Cittadino
Messaggi: 282
Utente Nr: 2628
Iscritto il: 06-Mar-2014



Storia abbastanza gradevole, ma niente di eccezionale.
Consiglio a Boselli di non insistere troppo sui sequel dei suoi capolavori...ad esempio " I Sette assassini" sarebbe anche una bella storia, ma il lettore viene portato dall'autore a confrontarla con " Il passato di Carson", un paragone sinceramente impietoso.
Qui abbiamo una situazione simile: Narvaez è un ottimo cattivo ( mi piace anche il fatto che alla fine si dimostra vigliacco, segno che la sua crudeltà gratuita nasconde una grande insicurezza di fondo), Novak e Pat Mc Ryan sono due spalle magari non all'altezza dei pards, ma che comunque secondo me non sfigurano affatto, la vicenda in generale è bella eppure... la storia non regge il paragone con "cercatori di piste", forse perché mancato due ottimi personaggi come Mickey Finn e il sergente Torrence.
Preferisco di gran lunga la prima parte della vicenda, con un Tex avveduto che si accorge subito di quanto ingannevoli siano le proposte di pace del sadico Narvaez, piuttosto che il finale un pochino affrettato e tirato via.
Mi sbaglierò, ma in questa storia il volto di Tex è troppo simile a quello di Zagor... Marcello farà molto meglio in altre occasioni.
Soggetto: 7
Sceneggiatura: 7
Disegni:6,5
Voto globale alla storia: 7
PMEmail Poster
Top


Utenti totali che stanno leggendo la discussione: 0 (0 Visitatori e 0 Utenti Anonimi)
Gli utenti registrati sono 0 :

Topic Options Reply to this topicStart new topicStart Poll

 



[ Script Execution time: 2.3970 ]   [ 25 queries used ]   [ GZIP Abilitato ]