Forum Rules Regole della sezione

  1. Il titolo delle discussioni deve essere presentato in questo modo: [N° albo iniziale/N° albo finale] Titolo
  2. Solo storie dal numero 401 al 500
  3. Controllare che non ci sia già la discussione degli albi interessati

Nota: Le discussioni compaiono in ordine decrescente in base ai numeri degli albi

Rammentiamo d'utilizzare lo spoiler per punti che svelerebbero parti della storia! il codice è: [spoiler]testo[/spoiler]

Pagine : (2) 1 [2]   ( Vai al primo messaggio non letto ) Reply to this topicStart new topicStart Poll

 
voto alla storia
10 - 6 [ 5 ]  [22.73%]
9 - 5.5 [ 7 ]  [31.82%]
8 - 5 [ 5 ]  [22.73%]
7 - 4.5 [ 4 ]  [18.18%]
6 - 4 [ 1 ]  [4.55%]
5 - 3.5 [ 0 ]  [0.00%]
4 - 3 [ 0 ]  [0.00%]
3 - 2.5 [ 0 ]  [0.00%]
2 - 2 [ 0 ]  [0.00%]
1 - 1.5 [ 0 ]  [0.00%]
Voti Totali: 22
I visitatori non possono votare 

 
John Walcott
Inviato il Giovedì, 13-Dic-2012, 19:51
Quote Post


Pard
***

Gruppo: Allevatore
Messaggi: 328
Utente Nr: 1844
Iscritto il: 26-Giu-2012



Probabilmente si tratta dell'ultimo capolavoro di Nizzi ( che comunue scriverà ancora alcune storie ottime).

Si tratta di una summa, di una conclusione, di un omaggio al genere delle guerre indiane in Tex. Che si tratti di una conclusione lo si può intuire dal fatto che a differenza delle precedenti storie, il bilancio qui è negativo. La pace e la libertà degli indiani vengono mantenute, ma a che prezzo?
Il nobile, valoroso e saggio capo Nuvola Bianca sacrifica la sua vita per il suo popolo, a causa dei pesanti prezzi militari (che in effetti sono anche plausibili); dall'altra parte il borioso e arrogante colonnello Drake se la cava con una rimproverata; niente più le umiliazioni agli arroganti ufficiali delle storie precedenti (che a volte finivano addirittura radiati).

Fin dall'inizio è presente l'eterna e ripetuta condanna allo stile di vita degli uomini bianchi, mirato esclusiavemente al miraggio della ricchezza (di quei biglietti verdi inventati da lui stesso). Condanna eterna e ripetuta, perchè appunto è così da sempre e così è ancora. Questa misera visione della vita non ha niente a che fare con quello degli indiani saggi come Nuvola Bianca e Cervo Veloce: la loro è una vita che mira alla pacificazione con la natura e dello spirito; una visione che ha a che fare con valori, percezioni, sensazioni che vanno oltre l'uomo e sono il suo naturale ideale (ma il naturale ideale di chi non si abbandona al materialismo come i minatori, assettati d'oro, oppure come Drake, assettato di gloria).

Queste sono le premesse nel primo albo, che Tex conosce bene e cerca di evitare conseguenze negative per i Sioux. Ma appunto il caso ci mette lo zampino e l'incidente a Fort Walsh rovina tutta l'opera di pacificazione di Tex. Drake insiste per trattenere Cervo Veloce in arresto ma ciò bloccherebbe la pace; il peggio di questa situazione è che ha pure ragione visto che il giovane guerriero aveva accoltelato un soldato innocente.

Il secondo albo è una conseguenza di tutto questo. Da una parte Tex affronta gli eterni indiani ribelli, che non ne possono più di vedere le loro terre sacre invase da minatori che cercano ciò che per loro è completamente inutile. Una sanguinosa e anche beffarda è la fine dei minatori per mano dei feroci ribelli: cercavano l'oro ma perdono lo scalpo, direi che l'oro non gli serve più.
Comunque questi Sioux desiderosi di guerra non possono comunque essere tollerati; la loro fine è inevitabile (qui Tex più che abilità ci mette fortuna).

Ma le conseguenze di ciò che è successo sono irrefrenabili: Drake con l'argomento dei soldati uccisi, ha il pretesto per infischiarsene degli altri e dare il via alla sua campagna militare.
L'intervento del generale Davis ferma il massacro ma bisogna rendere conto delle regole dell'esercito coinvolte in questa brutta faccenda. Qualcuno deve pagare e il prezzo è tragico: il saggio Nuvola Bianca si uccide per non finire in prigione e contemporaneamente soddisfare le richieste militari.

Il comando Sioux passa al giovane Cervo Veloce, probabilmente un altro futuro testimone della scomparsa degli indiani. Una sorta di speranza viene lasciata nella nota finale: lo spirito di Nuvola Bianca vivrà sulle colline del Vento finchè il sole sorgerà, l'erba crescerà e i fiumi scorreranno.
Una nota che indica come una sorta di immortalità che a Nuvola Bianca viene garantita dalla memoria e dalla fama di un uomo giusto e saggio, in pace con la natura e con se stesso. Quel concetto di immortalità di cui diceva quell'autore, che non riesco a ricordarmi, accidenti alla mia ignoranza.
Only registered users can see pictures
Registrati o Entra nel forum!
PMEmail Poster
Top

 
ElyParker
Inviato il Mercoledì, 13-Nov-2013, 20:43
Quote Post


Pard
***

Gruppo: Allevatore
Messaggi: 488
Utente Nr: 1479
Iscritto il: 05-Set-2011



Nuvola bianca è stata la prima storia (insieme a Sangue freddo) di Tex che ho letto: mi è piaciuta perché Tex prende le difese degli indiani, che sarebbero invece vittima dell'esercito. Tex difensore dei più deboli (in questa storia) e Tex giustiziere (in "Sangue freddo") son stati gli elementi che m'hanno fatto diventare un lettore di Tex :-)

A distanza di tanti anni devo dire che è una storia sicuramente buona, resa così anche per la vittoria dei Sioux e al contempo quel amaro in bocca rappresentato dal suicidio di Nuvola Bianca.


--------------------
« ...quando vede un torto, il povero cristo che soffre ingiustamente, lui si ribella e prende le sue parti. Che poi sia negro, che sia bianco, che sia indiano, che sia un contadino, che sia una persona colta, non gliene frega niente »
(Gian Luigi Bonelli)
PMEmail Poster
Top

 
Chunz
Inviato il Lunedì, 24-Feb-2014, 19:52
Quote Post


Sbarbatello
*

Gruppo: Cowboy
Messaggi: 81
Utente Nr: 2596
Iscritto il: 10-Feb-2014



Forse uno dei momenti più amari,il simbolo dell'inarrestabile avanzata dei bianchi contro il popolo rosso.Altissimo il momento del sacrificio di Nuvola Bianca, un po' consunto il ruolo dell'ufficiale fanatico. Una piccola inesattezza che qualcuno avrà già rilevato: a un certo punto,nella rievocazione del precedente scontro tra le Colline del Vento, si parla del "colonnello Stonewell". Stonewell era Generale, come sempre riportato nella stessa storia


--------------------
"Ci rivedremo sulle colline del vento"
PMEmail Poster
Top

 
shane o' donnell
Inviato il Sabato, 08-Mar-2014, 00:09
Quote Post


Pard
***

Gruppo: Cittadino
Messaggi: 282
Utente Nr: 2628
Iscritto il: 06-Mar-2014



Una delle migliori sceneggiature nizziane, nonostante il soggetto in apparenza monotono ( il solito ufficiale borioso stile Stonewell o Middleton nella figura del colonnello Drake, i soliti incidenti tra bianchi ed indiani, la solita spedizione punitiva dell'esercito USA contro questi ultimi, la solita fuga degli indiani, stavolta sul Saka Wata, il solito intervento risolutore del generale Davis).
Eppure, da queste premesse Nizzi tira fuori un quasi capolavoro assoluto, in cui Nuvola Bianca rappresenta la fierezza del popolo rosso, consapevole di essere sconfitto dalla storia, ma orgoglioso di avere almeno provato con tutte le proprie forze ad opporsi ad essa.
Belle anche la figura del capitano Orwell e quella di Cervo Veloce.
Tex? Fa tutto ciò che è in suo potere e forse anche di più, ma non riesce a fermare lo scorrere inesorabile della storia... è evidente che il generale Davis e l'esercito USA non avrebbero mai potuto, pur con tutta la buona volontà del mondo, far passare impunita la morte di un proprio membro ad opera degli indiani...l'epilogo "crepuscolare" diventa cosi' pressoché inevitabile.
Ma quelle invocazioni che Nuvola Bianca rivolge al grande spirito restano scolpite nella memoria. Come l'onore militare tributato da Davis al capo Sioux.
Un punto debole sono i disegni di Monti, che non mi entusiasma troppo.
Preferisco questa storia a "Sioux"
Soggetto: 8
Sceneggiatura: 10
Disegni: 7
Voto complessivo alla storia: 9
PMEmail Poster
Top

 
pecos
Inviato il Lunedì, 28-Apr-2014, 16:33
Quote Post


Sbarbatello
*

Gruppo: Cowboy
Messaggi: 60
Utente Nr: 2613
Iscritto il: 26-Feb-2014



Questa storia - che ho da poco riletto - e' senza dubbio un'ottima storia, ma con alcuni elementi che non me la fanno apprezzare del tutto e non mi fanno gridare al capolavoro.

Ma partiamo dalle note positive... anzitutto il ruolo di Carson: fino a meta' del secondo albo mi chiedevo perche' mai Nizzi lo avesse inserito, visto che era relegato a semplice presenza silenziosa alle spalle di Tex; ma poi la musica cambia, a lui viene affidato il compito di portare in salvo i Sioux e di guidarli nella resistenza all'assedio del colonnello Drake: e qui bisogna ammettere che troviamo un Carson davvero strepitoso!
Altra nota positiva e' il finale, amaro e tragico come gia' altre volte e' accaduto quando Tex si e' dovuto scontrare con la Storia e la sua ineluttabilita'... Qui il tono e' davvero epico e a mio parere le pagine finali sono tra le meglio scritte fra quelle che vedono Tex affrontare il tema delle guerre indiane.

Dicevo di alcuni aspetti che invece non ho gradito... Beh il soggetto e' evidentemente trito e ritrito, e Nizzi ci mette ben poca originalita' (escluso l'apprezzato finale). Ma quello che non mi entusiasma e' il solito ricorso al generale Davis, che tante volte Nizzi utilizza come vero e proprio Deux ex machina in grado di salvare Tex quando la situazione sembra del tutto senza via d'uscita. Non so, mi sembra come se questo personaggio sia stato piu' volte per Nizzi come una scappatoia quando la sceneggiatura si trovava a un punto morto, e non ci fosse altro modo di risolvere la situazione che con un intervento divino... C'e' da dire che in questa storia comunque Davis non si limita a un intervento risolutivo, ma ci viene presentato anche come uomo combattutto tra senso del dovere e senso della giustizia - cosa questa che mi ha fatto un po' rivalutare il personaggio.

I disegni di Monti, per quanto ben fatti, non mi hanno mai entusiasmato... ma questo e' solo gusto personale, perche' la qualita' e' fuori discussione.

Voto: 8
PMEmail Poster
Top


Utenti totali che stanno leggendo la discussione: 0 (0 Visitatori e 0 Utenti Anonimi)
Gli utenti registrati sono 0 :

Topic Options Pagine : (2) 1 [2]  Reply to this topicStart new topicStart Poll

 



[ Script Execution time: 0.8502 ]   [ 25 queries used ]   [ GZIP Abilitato ]