Forum Rules Regole della sezione

  1. Il titolo delle discussioni deve essere presentato in questo modo: [N° albo iniziale/N° albo finale] Titolo
  2. Solo storie dal numero 401 al 500
  3. Controllare che non ci sia già la discussione degli albi interessati

Nota: Le discussioni compaiono in ordine decrescente in base ai numeri degli albi

Rammentiamo d'utilizzare lo spoiler per punti che svelerebbero parti della storia! il codice è: [spoiler]testo[/spoiler]

Pagine : (3) 1 [2] 3   ( Vai al primo messaggio non letto ) Reply to this topicStart new topicStart Poll

 
voto alla storia
10 - 6 [ 2 ]  [8.70%]
9 - 5.5 [ 5 ]  [21.74%]
8 - 5 [ 8 ]  [34.78%]
7 - 4.5 [ 5 ]  [21.74%]
6 - 4 [ 1 ]  [4.35%]
5 - 3.5 [ 0 ]  [0.00%]
4 - 3 [ 2 ]  [8.70%]
3 - 2.5 [ 0 ]  [0.00%]
2 - 2 [ 0 ]  [0.00%]
1 - 1.5 [ 0 ]  [0.00%]
Voti Totali: 23
I visitatori non possono votare 

 
Marco
Inviato il Sabato, 20-Nov-2010, 16:33
Quote Post


Pard
***

Gruppo: Cittadino
Messaggi: 270
Utente Nr: 1080
Iscritto il: 14-Ott-2010



storia che ho appena finito di rileggere..dò voto complessivo 7! ciò che cattura il lettore è senza dubbio il fatto che sia una dettagliata ricostruzione storica di una grande battaglia con gli indiani con la figura protagonista del generale Custer..una storia godibile e appassionante, nonostante i primi due albi siano forse un pò troppo dialogati..ma comunque riesce a catturare e trasportare con sè il lettore..Ticci come sempre rappresenta meglio di ogni altro il caos e il disordine durante le battaglie..e ho notato che tutti i volti dei personaggi storici sono davvero molto simili..grandioso!
Only registered users can see pictures
Registrati o Entra nel forum!
PMEmail Poster
Top

 
L'Ammiraglio
Inviato il Mercoledì, 29-Giu-2011, 14:54
Quote Post


Pard
***

Gruppo: Allevatore
Messaggi: 315
Utente Nr: 314
Iscritto il: 22-Ago-2008



E invece a me secca dare un voto contrario a quello degli altri, per me questa storia è da 6, 6 e mezza massimo.

Perchè? Perchè nonostante i bellissimi disegni di Ticci, abbiamo alcune discrepanze a livello sia storico che logico non da poco.

La prima è il comportamento ridicolo dei cospiratori, che se ne fregano del ragazzo che ha sentito tutto, e pasis,ma che poi, di fronte a un interrogatorio da parte di due tipi "sconosciuti" contro Regan se ne freghino allo stesso modo!!! E continuano il piano senza problemi!!!! RIDICOLO!

A livello storico abbiamo un ottimo Custer, a livello caratteriale, ma sulla ricostruzione del Little Big Horn (assurdo Tex che attrraversa la battaglia senza nessuno che gli spari, ok la fascia Wampum,ma c'è un limite a tutto), per quanto corretta dal punto di vista delle operazioni,manca la menzione, non da poco, della probabile possibilità di SALVARE Custer da aprte delle compagnie di Reno E BEnteen, che han preferito restarsene al sicuro pur avendo sofferto molte meno perdite (29 tra morti e feriti, tutti nella ritirata al fiume iniziata dopo appena un ferito non grave) di quante se ne vedano nel fumetto, dove sembra che i superstiti siano 4 gatti.

Nulla levando agli errori tattici di Custer (oltre ai cavalli e ai soldati stanchi, l'idea di far togliere le sciabole si è rivelata una gran cavolata, visto il vantaggio che dava nel corpo a corpo una lama di 70 cm in acciaio contro le lance e le scuri in pietra e legno), se 300 uomini (questa la forza complessiva di Reno e Benteen, escludendone altri 40 alle salmerie) fossero arrivati sul retro dei forse 2mila indiani (recenti stime hanno addiirttura abbassato il numero al 1500 già supposto da Custer) sarebbero quasi certamente riusciti a liberare Custer dalla morsa e fare ritorno alla collina, questo perchè gli indiani stessi non sapevano con quanti nemici avevano a che fare (e di questi 300 almeno 150- quelli di Benteen - non erano stati visti) e per prima cosa sarebbero tornati a proteggere il campo.

Solo dopo quasi un'ora che Reno e Benteen sentivano un intenso fuoco di fucileria, il capitano Weir, contravvenendo agli ordini, andrò con una compagnia a cercare Custer,ma era ormai troppo tardi, e comunque i soli 50 soldati furono costretti a rinculare dagli indiani, ormai "liberi" dal problema Custer.

C'entra poco per carità,ma essendo questa una cosa ormai assodata, sarebbe da iniziare a dirla, invece di lasciare il mito del pazzo fuiroso che porta 300 uomini contro 5mila, sicuramente a causa dei suoi errori,ma che della incapacità (Reno) e dei rancori personali (Benteen) di alcuni sottoposti.



Altra cosa che non ho perdonato alla storia è il comportamento di Davis: riferire a tex, dandogli il compito di riferirlo poi al nemico, l'intera strategia, è una cosa che sfiora L'ALTO TRADIMENTO, inconcepibile.

Piccola chicca: i 3 "gorilla" che Tex e Carson incontrano quando salvano Lupo che Corre sono sicuramente i fratelli Earp.
PMEmail Poster
Top

 
freddo ai piedi
Inviato il Mercoledì, 29-Giu-2011, 15:40
Quote Post


Sbarbatello
*

Gruppo: Membri
Messaggi: 31
Utente Nr: 1382
Iscritto il: 18-Giu-2011



Splendida disamina Ammiraglio, e da vecchio appassionato di battaglie storiche e tattica militare non posso che ringraziarti.
Sono assolutamente d'accordo con te sugli errori "logici" nella vicenda dei cospiratori (assurdo che se ne freghino di un testimone, per quanto solo un ragazzo, che ha visto e sentito TUTTo, adducendo la risibile motivazione che "probabilmente non ha capito nulla"!).
Bella la chicca che hai scovato, in effetti i tre sembravano proprio gli Earp ma non avevo mai verificato.

Io comunque alla storia dò almeno 7,5, perché - errori a parte - mi ha divertito e tenuto in tensione fino all'ultimo (nonostante si sapesse già come sarebbe finita, e questo è sicuramente un pregio), e alla fine ad un fumetto si chiede soprattutto questo.


--------------------
Potenze del cielo! Vorresti farmi credere che quelle quattro donne ti sono cadute in mano da sole?
Forse ho del fascino!
Buon Dio! Tu, di affascinante, hai soltanto le mani, quando sfilano le colt dalle fondine!
PMEmail Poster
Top

 
L'Ammiraglio
Inviato il Giovedì, 30-Giu-2011, 19:27
Quote Post


Pard
***

Gruppo: Allevatore
Messaggi: 315
Utente Nr: 314
Iscritto il: 22-Ago-2008



Che fossero gli Earp lo si presume dal sospetto che siano passati per Bismark a fare i guardiapalle nel periodo tra Wichita e Dodge, oltre che dalla caratterizzazione grafica, ma non ho certezza della notizia.

COmunque ts, proprio io devo difendere Custer, non c'è più religione
Only registered users can see pictures
Registrati o Entra nel forum!
PMEmail Poster
Top

 
Carlo Monni
Inviato il Venerdì, 01-Lug-2011, 00:06
Quote Post


Cavaliere Solitario
****

Gruppo: Collaboratori
Messaggi: 2104
Utente Nr: 558
Iscritto il: 17-Giu-2009



QUOTE
E invece a me secca dare un voto contrario a quello degli altri, per me questa storia è da 6, 6 e mezza massimo.

Perchè? Perchè nonostante i bellissimi disegni di Ticci, abbiamo alcune discrepanze a livello sia storico che logico non da poco.

La prima è il comportamento ridicolo dei cospiratori, che se ne fregano del ragazzo che ha sentito tutto, e pasis,ma che poi, di fronte a un interrogatorio da parte di due tipi "sconosciuti" contro Regan se ne freghino allo stesso modo!!! E continuano il piano senza problemi!!!! RIDICOLO!


Faccio troppo l'antinizziano se dico che questo è un difetto tipico del Nizzi del periodo?

Poco gli importava della logica: le cose andavano come voleva lui e basta.
Troppa fatica far cambiare il piano ai cospiratori e poco importa se il motivo era praticamente imposto da un passaggio della sceneggiatura.

Tacerò anche sul fatto che il personaggio dell'indiano abbruttito che ha perso la famiglia nel massacro del Washita e decide di riscattarsi uccidendo Custer è copiato (non esiste termine migliore) dall'analogo personaggio che appare nell'episodio "Giorno di gloria" della "Storia del West", ma senza un briciolo della personalità e dell'intensità che aveva saputo infondergli Gino D'Antonio.

Mi soffermerò invece sugli errori marchiani che Nizzi ha commesso riguardo alla storia del personaggio Tex.

Cominciamo proprio dall'indiano, Lupo che Corre. Tex asserisce di averlo incontrato per l'ultima volta dieci anni prima. La sequenza è ambientata esplicitamente nel 1874 (quindi, in linea teorica circa un anno dopo gli eventi de "Il tranello" e "La banda degli Orsi"), quindi l'ultimo incontro tra Tex e l'indiano risale al 1864, in piena guerra civile, eppure quando il Cheyenne si risveglia e vede Tex lo chiama Aquila della Notte, un nome che secondo ogni biografia, compresa quella del romanzo, Tex nel 1864 non aveva ancora acquisito.
Non solo: chiama anche Kit Carson col nome di Capelli d''Argento e dice che Tex gliene aveva parlato quando si erano visti l'ultima volta. Ancora una volta, nel 1864 Tex non conosceva ancora Kit Carson e comunque non ne era il pard abituale e di certo all'epoca il vecchio Kit aveva ancora dei lunghissimi capelli neri ed era conosciuto solo come "Il grande cacciatore"
Ancora: Custer, rivolgendosi a Tex gli dice di sapere che è capo dei Navajos.
Nizzi ha affermato di aver tratto ispirazione da una sequenza del n° 15 in cui Tex, presentandosi sotto falso nome (e quindi non propriamente attendibile in tutte le sue affermazioni) al ranch di Nellie Delane dichiara di aver servito come esploratore sotto Custer. Ebbene, è proprio in quella storia, e precisamente nel numero successivo, che muore Freccia Rossa e Tex è nominato capo dei Navajos, quindi Custer, anni prima non poteva appellarlo in quel modo.

Confesso che questi errori mi hanno irritato più di quelli logici o storici.
Uno può anche prendersi delle libertà coi fatti storici, ma sulla storia personale dei personaggi che scrive dovrebbe essere sempre più rigoroso.
Quel tipo di menefreghismo era un altro indice della china che Nizzi stava discendendo.

Sul fatto che Ticci ha disegnato i Tex e Carson del 1874/1876 pressoché identici a quelli di una decina di anni dopo non dico niente.
Un certo scrupolo filologico nella ricostruzione del look dei personaggi in sequenze ambientate nel passato sarebbe arrivato solo con Fabio Civitelli nell'albo che festeggiava i 60 anni di Tex.
A questo proposito, non so voi ma a me fa piacere poter vedere, sia pure per poche pagine, agire insieme un Tex giovane ed un Kit Carson dai capelli e pizzetto neri.
Only registered users can see pictures
Registrati o Entra nel forum!


QUOTE

Piccola chicca: i 3 "gorilla" che Tex e Carson incontrano quando salvano Lupo che Corre sono sicuramente i fratelli Earp.


Ne sono convintissimo anch'io. Anzi... non ho l'albo sottomano purtroppo e non posso controllare, ma direi che uno di loro potrebbe anche essere Bat Masterson, almeno dal look.
Nessuno di loro comunque viene chiamato mai per nome.
PMEmail Poster
Top

 
L'Ammiraglio
Inviato il Venerdì, 01-Lug-2011, 12:46
Quote Post


Pard
***

Gruppo: Allevatore
Messaggi: 315
Utente Nr: 314
Iscritto il: 22-Ago-2008



L'analisi di Carlo sarebbe corretta se non fosse che il numero 15,in linea teorica, è ambientato PRIMA dello scoppio della guerra civile (che succede nel 17) e quando Custer, oltre che essere vivo, più di collezionare note di demerito a West Point non faceva.

Peccato che tutti sappiamo che poi Tex racconta di quel che faceva DURANTE la guerra civile, spostando l'attuale epopea a non prima del 1890.


Sappiamo tutti che i primi 100 numeri non sono da considerare in un qualsiasi tentativo di dare una cronologia a Tex, dai
Only registered users can see pictures
Registrati o Entra nel forum!
PMEmail Poster
Top

 
pippo
Inviato il Venerdì, 01-Lug-2011, 14:19
Quote Post


Pard
***

Gruppo: Allevatore
Messaggi: 429
Utente Nr: 358
Iscritto il: 03-Ott-2008



QUOTE (L'Ammiraglio @ Venerdì, 01-Lug-2011, 11:46)
Sappiamo tutti che i primi 100 numeri non sono da considerare in un qualsiasi tentativo di dare una cronologia a Tex, dai
Only registered users can see pictures
Registrati o Entra nel forum!

ma perchè, scusa?
Only registered users can see pictures
Registrati o Entra nel forum!


non sono del tutto d'accordo...se dobbiamo parlare della storia di tex, allora bisogna prendere in considerazione tutti gli albi, nessuno escluso, perchè ogni episodio può rivelare dettagli significativi ai fini di una indagine
Only registered users can see pictures
Registrati o Entra nel forum!
...non capisco perchè escludere, così arbitrariamente, un centinaio di albi
Only registered users can see pictures
Registrati o Entra nel forum!
...se è solo per una questione di incongruenze, quelle si trovano pure sugli albi posteriori al numero 100, quindi ragionando in questo senso, ovvero in termini di affidabilità storica, ci sarebbe da filtrare qualunque avventura di tex
Only registered users can see pictures
Registrati o Entra nel forum!


PMEmail PosterUsers Website
Top

 
L'Ammiraglio
Inviato il Venerdì, 01-Lug-2011, 14:36
Quote Post


Pard
***

Gruppo: Allevatore
Messaggi: 315
Utente Nr: 314
Iscritto il: 22-Ago-2008



Ma almeno dopo qualche tentativo storiografico c'è stato, prima si passava dalla guerra messico statunitense a Pancho Villa (il primo Montales) a Butch Cassidy ai Dalton alle guette indiane senza una minima logica.
PMEmail Poster
Top

 
Carlo Monni
Inviato il Venerdì, 01-Lug-2011, 15:31
Quote Post


Cavaliere Solitario
****

Gruppo: Collaboratori
Messaggi: 2104
Utente Nr: 558
Iscritto il: 17-Giu-2009



QUOTE
Ma almeno dopo qualche tentativo storiografico c'è stato, prima si passava dalla guerra messico statunitense a Pancho Villa (il primo Montales)


Zapata, Per me Montales era ispirato a Zapata.

QUOTE
a Butch Cassidy ai Dalton alle guette indiane senza una minima logica
.

Non del tutto vero. Una sorta di logica c'era.
Se è vero che la posizione cronologica delle pfime avventure è piuttosto ballerina, alcuni punti fermi c'erano comunque, tra cui il fatto che la maggior parte delle avventure è ambientata dopo la fine delle guerre indiane.
PMEmail Poster
Top

 
Carlo Monni
Inviato il Venerdì, 01-Lug-2011, 16:20
Quote Post


Cavaliere Solitario
****

Gruppo: Collaboratori
Messaggi: 2104
Utente Nr: 558
Iscritto il: 17-Giu-2009



QUOTE
L'analisi di Carlo sarebbe corretta se non fosse che il numero 15,in linea teorica, è ambientato PRIMA dello scoppio della guerra civile (che succede nel 17) e quando Custer, oltre che essere vivo, più di collezionare note di demerito a West Point non faceva.


E qui commetti un errore di prospettiva: non sono i numeri prima del 17 ad essere ambientati prima della Guerra Civile, bensì i numeri dal 17 al 23 ad essere ambientati durante la guerra, è molto diverso.

Ogni riferimento cronologico fornito nelle storie precedenti a "Gli sciacalli del Kansas" punta invariabilmente ad un'ambientazione negli anni 70/80 del XIX Secolo.
Per esempio: come poteva Tex, nel n° 7, finire nella Riserva Navajo se questa non esisteva prima del 1867?
Se "Il tranello è ambientata prima della Guerra Civile (diciamo nel 1851/1853, vista l'età del piccolo Kit allora e nel n° 17), allora Tex sarebbe stato in una nazione (il Dominion del Canada) che non sarebbe esistita fino al 1867 ed avrebbe collaborato con un Corpo di Polizia che non sarebbe esistito sino al 1873.
Nel n° 12, parlando del capo Apache Natanis, il comandante di Fort Dennison lo descrive come ex membro della banda del famoso Geronimo.
I pochi riferimenti a Custer fatti poi nei racconti sottintendono chiaramente un'ambientazione posteriore al 1876.

Se poi vogliamo fare le pulci storiografiche al n° 17, giudicando quello che racconta Mr. Hovendal ai tre pards quando ritornano dalla caccia a Dona Manuela, dovremmo concludere che i suddetti ci hanno messo due anni ad uscire dal deserto e tornare a Santa Fe. Infatti, stando a quanto viene loro raccontato, durante la loro assenza sono avvenuti: l'assalto all'arsenale di Harper's Ferry da parte di John Brown (1859), l'elezione di Lincoln (novembre 1860), la secessione degli undici Stati del Sud (novembre 1860/marzo 1861) e l'inizio della guerra (aprile 1861).
Un vero guazzabuglio storico.
Per tacere del fatto che la guerra stessa è descritta senza un minimo senso logico, con i Rangers addirittura usati come corpo di polizia neutrale, cosa totalmente illogica in quel contesto.
Insomma, bene ha fatto Bonelli a dimenticarsene presto (quietamente, senza chiasso si è presto tornati ad un'ambientazione abituale tra la fine degli anni 70 e quella degli anni 80).A conti fatti, prendere a paradigma per la datazione il n° 17 è assolutamente illogico.

QUOTE

Peccato che tutti sappiamo che poi Tex racconta di quel che faceva DURANTE la guerra civile, spostando l'attuale epopea a non prima del 1890.


Due appunti:

1) l'ambientazione attuale è secondo me, posteriore al 1885, ma è un dato che non va comunque preso in maniera troppo rigida, visto che anche gli autori moderni non esitano a prendersi delle libertà quando lo ritengono opportuno.

2) A maggior ragione se ne ricava che gli eventi del n° 15 sono ambientati dopo il 1876 e tanto basta.

QUOTE

Sappiamo tutti che i primi 100 numeri non sono da considerare in un qualsiasi tentativo di dare una cronologia a Tex, dai
Only registered users can see pictures
Registrati o Entra nel forum!


I primi 100 numeri sono considerabili quanto i secondi 100 secondo me.
Only registered users can see pictures
Registrati o Entra nel forum!


Se partiamo dal presupposto che gli eventi dal n° 1 al n° 8 si svolgono nel 1866/1867, quelli dei nn° 8/9 intorno al 1870, quelli dei nn° 10/11 nel 1873/184 e quelli dal n° 12 in avanti dopo il 1882, vediamo che le licenze prese da GLB e continuatore non sono poi tante. Le più macroscopiche sono lo scontro coi Dalton, quello col Mucchio Selvaggio ed ovviamente il contesto storico dei nn° 17/23.
Non molto, in fondo, per una saga che non ha pretese di assoluta fedeltà alla storia ed alla storiografia, direi.
Per il resto, tutte le altre storie di Tex del periodo 1/100 possono essere senza grossi problemi nel contesto storico prevalente, sia pure con qualche incongruenza qua e là… esattamente come tutte le successive.
Only registered users can see pictures
Registrati o Entra nel forum!
PMEmail Poster
Top

 
virgin
Inviato il Venerdì, 01-Lug-2011, 17:02
Quote Post


Cavaliere Solitario
****

Gruppo: Collaboratori
Messaggi: 825
Utente Nr: 709
Iscritto il: 25-Nov-2009



QUOTE (Carlo Monni @ Venerdì, 01-Lug-2011, 14:31)
Per me Montales era ispirato a Zapata.

Proseguo con protervia sulla via dell'OT per quotare questa frase di Carlo Monni: anch'io trovo che Montales sia più ispirato a Zapata che non a Villa, sia per la storia personale che per il carattere: in fondo, Pancho Villa era soltanto un brutale bandito riciclatosi come rivoluzionario, molto diverso dal Montales pulito e onesto che tutti conosciamo.

Tornando a "Congiura contro Custer"... è la prima storia che acquistai in edicola, dunque per me sarà sempre un po' speciale. Non la trovo nient'affatto male, soprattutto il terzo albo, le cui scene di battaglia sono rese in modo semplicemente STRAORDINARIO da Ticci.
Le incongruenze nizziane ci sono, è innegabile, ma l'insieme è sufficientemente valido da farle passare in secondo piano.
Forse non un'avventura storica come ci si poteva attendere, ma decisamente valida, almeno secondo me. Un VII lo concedo più che volentieri, ma puntando all'otto grazie ai magnifici disegni di Ticci. Troppo sintetico? Forse, ma qui davvero grande!
Only registered users can see pictures
Registrati o Entra nel forum!
PMEmail Poster
Top

 
jack65
Inviato il Venerdì, 01-Lug-2011, 18:14
Quote Post


Mandriano
**

Gruppo: Collaboratori
Messaggi: 245
Utente Nr: 745
Iscritto il: 07-Gen-2010



la storia di Custer è stata la molla che mi ha convinto a ricominciare a leggere Tex dopo più di vent'anni, quando la lessi mi piacque tantissimo e mi rimarrà sempre nel cuore.
Anche se me la smontate.
PMEmail Poster
Top

 
paco ordonez
Inviato il Venerdì, 01-Lug-2011, 18:27
Quote Post


Nizziano(e Boselliano)del forum
*****

Gruppo: Collaboratori
Messaggi: 3928
Utente Nr: 608
Iscritto il: 12-Ago-2009



Anche se ci sono tutti i difetti cronologici di cui parla Carlo (nulla a confronto di "Tra due bandiere") anche a me questa storia piace tantissimo!
L'ho riletta qualche tempo fa e l'ho rivalutata tantissimo,tanto da considerarla un vero e proprio gioiellino.
L'ultimo albo è fantastico!
PMEmail Poster
Top

 
virgin
Inviato il Venerdì, 01-Lug-2011, 19:58
Quote Post


Cavaliere Solitario
****

Gruppo: Collaboratori
Messaggi: 825
Utente Nr: 709
Iscritto il: 25-Nov-2009



Hai ragione, Paco, l'ultimo albo è un vero capolavoro di intensità, anche se qualcuno potrebbe obiettare che Tex vi compare troppo poco.
Only registered users can see pictures
Registrati o Entra nel forum!
La storia intera non è un capolavoro, ma credo di non andare lontano dal vero dicendo che fino a oggi Nizzi non tornerà mai più a questi livelli. Apprezzo alcune delle sue ultime storie, come "Il villaggio assediato", "Dieci anni dopo", "Puerta del diablo" e "Lo squadrone infernale" (a anche "Athabasca Lake" non era malaccio), piccoli tesori di freschezza, ma nessuna di queste raggiungerà il livello di "Congiura contro Custer", che costituisce, in coppia con "Il presagio", l'ultimo autentico acuto di un grandissimo sceneggiatore.

Messaggio modificato da virgin il Venerdì, 01-Lug-2011, 20:01
PMEmail Poster
Top

 
paco ordonez
Inviato il Venerdì, 01-Lug-2011, 20:09
Quote Post


Nizziano(e Boselliano)del forum
*****

Gruppo: Collaboratori
Messaggi: 3928
Utente Nr: 608
Iscritto il: 12-Ago-2009



QUOTE (virgin @ Venerdì, 01-Lug-2011, 18:58)
il livello di "Congiura contro Custer", che costituisce, in coppia con "Il presagio", l'ultimo autentico acuto di un grandissimo sceneggiatore.

mmm...sai che non lo so?
Nel senso che,pur essendo la fascia 500 complessivamente mediocre per Nizzi,a me alcune storie sono piaciute davvero molto!
Per esempio "Ritorno a Culver City",per alcuni spunti intimistici mai vista prima,è un caposaldo del Tex moderno.
Stesso dicasi per la crepuscolare e pessimista "Documento d'accusa",con quel finale nolittiano che la rende un vero gioiellino.
E storie come "Kiowas","La valle dell'odio" e perfino la tanto odiata "Anasazi",a me sono piaciute.
Senza contare due Texoni sceneggiati benissimo come "Il profeta Hualpai" e soprattutto l'altrettanto crepuscolare (come "Documento d'accusa",cioè) "Il prezzo della vendetta",bellissima!

E con questo scusate l'OT!
PMEmail Poster
Top


Utenti totali che stanno leggendo la discussione: 0 (0 Visitatori e 0 Utenti Anonimi)
Gli utenti registrati sono 0 :

Topic Options Pagine : (3) 1 [2] 3  Reply to this topicStart new topicStart Poll

 



[ Script Execution time: 2.2671 ]   [ 25 queries used ]   [ GZIP Abilitato ]