Forum Rules Regole della sezione

  1. Il titolo delle discussioni deve essere presentato in questo modo: [N° albo iniziale/N° albo finale] Titolo
  2. Solo storie dal numero 401 al 500
  3. Controllare che non ci sia già la discussione degli albi interessati

Nota: Le discussioni compaiono in ordine decrescente in base ai numeri degli albi

Rammentiamo d'utilizzare lo spoiler per punti che svelerebbero parti della storia! il codice è: [spoiler]testo[/spoiler]

Pagine : (2) [1] 2   ( Vai al primo messaggio non letto ) Reply to this topicStart new topicStart Poll

 
voto alla storia
10 - 6 [ 4 ]  [14.81%]
9 - 5.5 [ 0 ]  [0.00%]
8 - 5 [ 4 ]  [14.81%]
7 - 4.5 [ 8 ]  [29.63%]
6 - 4 [ 4 ]  [14.81%]
5 - 3.5 [ 3 ]  [11.11%]
4 - 3 [ 3 ]  [11.11%]
3 - 2.5 [ 1 ]  [3.70%]
2 - 2 [ 0 ]  [0.00%]
1 - 1.5 [ 0 ]  [0.00%]
Voti Totali: 27
I visitatori non possono votare 

Colonnello_Jim_Brandon
Inviato il Lunedì, 14-Apr-2008, 16:31
Quote Post


Unregistered









Only registered users can see pictures
Registrati o Entra nel forum!


La morte nera

Soggetto e sceneggiatura: Claudio Nizzi
Disegni: Fabio Civitelli
Copertina: Claudio Villa

Monti sangre de cristo. Tex e Carson, colti alla sprovvista da un violento temporale, si riparano in un piccolo villaggio minerario chiamato Six mines. Appena arrivati al saloon scoprono che i cittadini sono terrorizzata da una misteriosa sequenza di morti inspiegabili attribuite al fantasma di un vecchio sciamano di nome ala-di-corvo, ucciso dalla dobbenaggine dei cittadini di six mines. I cadaveri ritrovati sino a quel momento non mostravano nessuna ferita apparente e la loro pelle aveva assunto il colore dell'ebano. Tex e Carson decidono quindi di indagare sulle misteriosi morti poichè l'ottuso ma onesto sceriffo del luogo non sembra venirne a capo. Ad aiutare i nostri ranger c'è la giovane e sveglia Rosita, la quale si rivelerà una preziosa alleata per smascherare colui che si è macchiato del sangue di molti suoi concittadini.


Una storia nel complesso leggibile, ma a mio parere una di quelle meno avvincenti scritte dal buon Nizzi. L'autore infatti ci regala una ministoria che è più che altro una sorta di clichè delle passate storie imperniate attorno alle "morti inspiegabili" ma alla quale mancha la figura centrale del vecchio Morisco. A parte la giovane Rosita, nessuno dei personaggi presenti nella storia spicca particolarmente per le sue doti o qualità. Tex e Carson, sebbene comincino subito col piede, anzi, "col pugno giusto", dopo un po' seguono inesorabilmente la fine della storia e la loro perfomance va a perdersi nella poco avvincente vicenda.
Una nota positiva sono però i bellissimi disegni del grande Fabio Civitelli, il quale riesce a portare la storia ai "livelli minimi di decenza".... peccato, un'occasione mancata.

Voto : 4
Top

 
due
Inviato il Domenica, 25-Mag-2008, 20:29
Quote Post


"Cacciatore d'Autori"
****

Gruppo: Ranchero
Messaggi: 2022
Utente Nr: 20
Iscritto il: 07-Nov-2006



__Nota dell'amministrazione_________________________________________

Ricordo che il voto deve essere chiaro. Quindi deve essere esplicitato, o accomapgnandolo da un commento (6, ottimo!) o scrivendolo in tutte e due le "valute" (6-10, ottimo).
Grazie per l'attenzione.
Only registered users can see pictures
Registrati o Entra nel forum!
PMEmail Poster
Top

 
bressimar
Inviato il Lunedì, 26-Mag-2008, 19:48
Quote Post


Cavaliere Solitario
****

Gruppo: Ranchero
Messaggi: 817
Utente Nr: 5
Iscritto il: 01-Nov-2006



il mio voto diventa 3, civitelli non mi piace..
per il resto sono d'accordo con quanto hai scritto... credo che questa sia stata una di quelle storie lette ai tempi in cui è uscita, e poi mai riaperta...


--------------------



Barcollo ma non mollo...
PMEmail PosterUsers Website
Top

 
eusebio17
Inviato il Giovedì, 29-Mag-2008, 20:25
Quote Post


Sbarbatello
*

Gruppo: Cowboy
Messaggi: 39
Utente Nr: 247
Iscritto il: 26-Mag-2008



La storia è una storia di "passaggio" perchè:
- dura un solo albo
- la storia non è brutta ma non ha sparatorie all'ultima pallottola nè risse al saloon. (solo un assassino con una cerbottana.)
PMEmail PosterUsers Website
Top

 
theLord
Inviato il Giovedì, 29-Mag-2008, 21:54
Quote Post


Cavaliere Solitario
****

Gruppo: Ranchero
Messaggi: 977
Utente Nr: 216
Iscritto il: 25-Apr-2008



Personalmente, invece, ho trovato gradevole questa storia.
I disegni di Civitelli sono bellissimi, come sempre.
Io la sufficienza gliela darei, alla storia, anche se non è molto emozionante, è comunque leggibile fino in fondo
PMEmail Poster
Top

 
Tesah
Inviato il Lunedì, 09-Giu-2008, 22:46
Quote Post


Straniero


Gruppo: Cowgirl
Messaggi: 11
Utente Nr: 253
Iscritto il: 01-Giu-2008



Concordo con theLord, la storia a me piace, come del resto i disegni di Civitelli...certo forse un pò più d'azione non avrebbe guastato!!
PMEmail Poster
Top

Ranger24
Inviato il Lunedì, 08-Set-2008, 23:29
Quote Post


Unregistered









Bellissima storia,CIVITELLI MITICO;)
Top

 
Tex il Ranger
Inviato il Martedì, 09-Set-2008, 00:12
Quote Post


Mandriano
**

Gruppo: Cittadino
Messaggi: 140
Utente Nr: 84
Iscritto il: 30-Mag-2007



6-10 Storia molto bella e Civitelli mitico.
PMEmail PosterMSN
Top

 
Doudou Marechal
Inviato il Domenica, 02-Nov-2008, 15:38
Quote Post


Cavaliere Solitario
****

Gruppo: Ranchero
Messaggi: 914
Utente Nr: 380
Iscritto il: 26-Ott-2008



Storia molto bella
(click to show/hide)
PMEmail Poster
Top

 
jim Davis
Inviato il Mercoledì, 18-Feb-2009, 00:21
Quote Post


Cavaliere Solitario
****

Gruppo: Allevatore
Messaggi: 694
Utente Nr: 149
Iscritto il: 07-Dic-2007



La storia non è un capolavoro, è vero:
un classico "giallo" con un assassino da individuare,
ma, ahimè,arrivati all'ultima vignetta di pagina 34 già si immagina chi sia il colpevole, e si ipotizza pure l'arma, da lì in poi l'avventura si trascina stancamente tra un pranzo e un funerale sino alla fine senza grandi sorprese.
Chissà magari la storia è stata adattata/accorciata a causa del numero 500 alle porte, consideriamo che metà dell' albo serve per organizzare la trappola per il colpevole.


I disegni di sono di un Civitelli davvero in forma, belli, accurati: le strade di Six Mines bagnate dalla pioggia danno una vera impressione di essere fangose
(pagina 18, ultima vignetta), la gelosia e la sofferenza dei due innamorati Linda e Tom è palpabile a pagina 58, tanto che il commento successivo di Carson è addirittura inutile.

Poi Mamy, la "tata", sembra essere appena tornata da "Via col vento",
( peccato che non usi il linguaggio tipico dell'epoca : <<A-ha! beggio che barlare al muro!>> Mamy,pag.80).



Voto

Storia: 5
Disegni 8
PM
Top

 
Anthony Steffen
Inviato il Giovedì, 19-Feb-2009, 22:08
Quote Post


"Bounty Killer"
*****

Gruppo: Collaboratori
Messaggi: 3238
Utente Nr: 6
Iscritto il: 02-Nov-2006



Strana questa storia di un albo,nel senso che non capisco se e' stata "concepita" per la serie regolare o se doveva apparire in qualche almanacco.A Civitelli,essendo uno dei piu' "blasonati" disegnatori texiani,sono affidate storie di una certa importanza,infatti prima di questa aveva disegnato "Il presagio",e non capisco come mai hanno scelto lui per illustrare questa piccola avventura.Comunque il mio parere su "La morte nera" non si discosta molto da quanto detto gia' da Jim Davis.Nizzi poteva svelare l'identita' del colpevole un po' piu' in la',invece di spiattellarcelo troppo prematuramente,facendo abbassare un po' quell'atmosfera da giallo che si respirava dalle prime pagine.L'autore modenese riprende da "Il signore dell'abisso" il mezzo per dare la morte pietrificando il corpo,e questa volta non si sofferma sugli elementi chimici che procurano tale fenomeno una volta colpito la vittima con una cerbottana.Tex e Carson si ritrovano,ancora una volta,a fare i buoni samaritani in faccende di cuore,ma oltre a questo non brillano molto,dato la poca lunghezza della storia.Da notare il sorriso "malizioso" che Civitelli conferisce a Tex quando quest'ultimo, fa conoscenza con la muchacha Rosita,a pagina 18.Una storia senza infamia e senza lode che tutto sommato si legge con piacere.I disegni del maestro Civitelli sono una gioia per gli occhi,specie nelle scene notturne,dove esprime il massimo della sua arte.

Voto alla storia:6
PMEmail Poster
Top

 
Pedro Galindez
Inviato il Giovedì, 19-Feb-2009, 23:38
Quote Post


Cacciatore di Taglie
*****

Gruppo: Rangers
Messaggi: 2896
Utente Nr: 246
Iscritto il: 25-Mag-2008



Come si afferma nel sito di Ubc, probabilmente la ridotta lunghezza di questa storia é dovuta al fatto che mancasse appena un albo per arrivare a colmare tutti gli spazi fino al numero 500: le due storie successive, infatti ( "La maschera dell'orrore" di Nizzi / Ortiz e "La grande invasione" di Boselli/ Marcello ) sono ambedue di 3 albi e probabilmente non si voleva buttare troppo presto nella mischia l'atteso ritorno di Mefisto che, anche con l'annesso riempitivo di "Guerra nel deserto", avrebbe consentito di trovare spazio per una normale storia in due albi se si fosse rinviata la pubblicazione delle 2 storie effettivamente uscite nei nn. 494 -496 e 497 -499. Di conseguenza era necessaria una storia breve che, in quanto tale, poteva essere disegnata anche da uno degli artisti principali della serie come Civitelli, oltretutto abbastanza veloce ( 15 tavole al mese circa, se non erro ). Di conseguenza la vicenda sarebbe stata pronta per la stampa in non più di 7- 8 mesi dall'inizio della lavorazione, cosa assai utile per le necessità editoriali della SBE.
PM
Top

 
Pedro Galindez
Inviato il Lunedì, 09-Mar-2009, 21:21
Quote Post


Cacciatore di Taglie
*****

Gruppo: Rangers
Messaggi: 2896
Utente Nr: 246
Iscritto il: 25-Mag-2008



Ho finalmente letto anch'io questa breve storia. Si tratta certamente di un riempitivo in salsa giallo - horror ( anche se i disegni sono affidati ad uno degli artisti più titolati della testata ), dall'andamento molto lineare e abbastanza privo di difficoltà per i due pards ( gli elementi generali del plot ricordano in maniera molto chiara "La miniera del terrore" ) , anche se Nizzi cerca di introdurre delle variazioni sul tema (
(click to show/hide)
), insistendo pure in misura lievemente maggiore del consueto sul motivo sentimentale. Sono inoltre degne di nota alcune reminiscenze di Agatha Christie ( l'arma del delitto, anche se, come lo stesso Nizzi ricorda, non é priva di precedenti texiani, è anche usata in "Delitto in cielo" della scrittrice inglese; più ancora, la maniera in cui Tex inchioda il colpevole, dandosi poi da fare per un felice esito della storia d'amore inserita nella trama rimanda il lettore al modus operandi di Hercule Poirot ).
In conclusione, si tratta a mio parere di una sceneggiatura potabile e palatabile, anche se non saporitissima; i disegni di Civitelli, IMHO di ottimo livello, elevano inoltre il livello dell'albo.
In sintesi, per me:
soggetto 6 +
sceneggiatura 6,5
disegni 8,5

Messaggio modificato da Pedro Galindez il Lunedì, 16-Mar-2009, 00:30
PM
Top

 
Mister P
Inviato il Lunedì, 16-Mar-2009, 13:21
Quote Post


Cavaliere Solitario
****

Gruppo: Ranchero
Messaggi: 1319
Utente Nr: 2
Iscritto il: 20-Set-2006



Quando leggo Tex non voglio ritrovarmi Nick Raider.
Civitelli divino dalla prima all'ultima vignetta (da incorniciare la sequenza della rissa, l'unica parte di episodio che ricordo dall'ultima volta -la seconda- che ho letto questa storia).
PMEmail Poster
Top

 
carson00
Inviato il Venerdì, 27-Mar-2009, 13:28
Quote Post


Cavaliere Solitario
****

Gruppo: Ranchero
Messaggi: 813
Utente Nr: 471
Iscritto il: 14-Feb-2009



Storia contenuta in un solo albo e di conseguenza la trama ne risente(alcuni passaggi risultano troppo velocizzati).Difficile proporre un avventura discreta in sole 114 pagine.
GLi aspetti positivi sono che la storia risulta abbastanza leggibile e scorre (velocemente) bene e ha un un poco(ma proprio poco) di mistero che ad alcuni lettori,compreso il sottoscritto, non dispiace di trovare in un fumetto western.
Venendo alle noti dolenti...c'è da dire che l'azione E' PRATICAMENTE ASSENTE
(click to show/hide)
.
Non si capisce neanche il ruolo che ha Carson,non fa praticamente nulla se non aspettare davanti una chiesa Tex che risolve il caso.
I disegni sono buoni anche se di Civitelli non gradisco particolarmente il volto che da ai personaggi,sembrano tutte faccie conosciute(anche quella di tex non ho mai apprezzato:troppo "liscia"),tuttavia è unico nel rappresentare l'atmosfera notturna e i paesaggi intorno.Proprio per questo sarebbero potuti essere maggiori la rappresentazioni del paesaggio dove si sviluppa la vicenda.

In voti:
Storia:6-4
Disegni:7-4.5


--------------------
mattutino. dove i principi sederunt, e Malachia stramazza al suolo
PMEmail Poster
Top


Utenti totali che stanno leggendo la discussione: 0 (0 Visitatori e 0 Utenti Anonimi)
Gli utenti registrati sono 0 :

Topic Options Pagine : (2) [1] 2  Reply to this topicStart new topicStart Poll

 



[ Script Execution time: 1.2489 ]   [ 25 queries used ]   [ GZIP Abilitato ]