Forum Rules Regole della sezione

  1. Il titolo delle discussioni deve essere presentato in questo modo: [N° albo iniziale/N° albo finale] Titolo
  2. Solo storie dal numero 401 al 500
  3. Controllare che non ci sia già la discussione degli albi interessati

Nota: Le discussioni compaiono in ordine decrescente in base ai numeri degli albi

Rammentiamo d'utilizzare lo spoiler per punti che svelerebbero parti della storia! il codice è: [spoiler]testo[/spoiler]

Pagine : (2) 1 [2]   ( Vai al primo messaggio non letto ) Reply to this topicStart new topicStart Poll

 
voto alla storia
10 - 6 [ 4 ]  [14.81%]
9 - 5.5 [ 0 ]  [0.00%]
8 - 5 [ 4 ]  [14.81%]
7 - 4.5 [ 8 ]  [29.63%]
6 - 4 [ 4 ]  [14.81%]
5 - 3.5 [ 3 ]  [11.11%]
4 - 3 [ 3 ]  [11.11%]
3 - 2.5 [ 1 ]  [3.70%]
2 - 2 [ 0 ]  [0.00%]
1 - 1.5 [ 0 ]  [0.00%]
Voti Totali: 27
I visitatori non possono votare 

 
Don Fabio Esqueda
Inviato il Venerdì, 31-Lug-2009, 04:30
Quote Post


Cavaliere Solitario
****

Gruppo: Collaboratori
Messaggi: 1828
Utente Nr: 551
Iscritto il: 08-Giu-2009



Onestamente, ricordo poche storie texiane di valore da un solo albo: 'Vendetta Indiana' , 'Tex 200' e ' Massacro' (contenuto in due albi, ma delle dimensioni di uno) sono gli unici che mi sovvengono adesso...sarà che mi piace il Tex dilazionato(senza raggiungere la prolissità nolittiana), ovvero il Vero Tex, ma ,certamente, 'La Morte Nera' non è tra queste.

La sceneggiatura mi sembra un po' raffazzonata, scialba, priva di pathos ( Nizzi era già piuttosto svogliato di Tex ).

I disegni non mi dicono nulla: il tecnicamente bravissimo Civitelli non mi dice nulla: bel tratto, curato, ricercato, ma senza anima, senza movimento, senza West.

Il West per me è sporco, puzza, sa di alcool come i peggiori bar di Caracas, non è una cartolina: e lo dico col massimo rispetto per un disegnatore affezionato al nostro ranger. Il vero West è Ticci, Ortiz, casomai Fusco, non Civitelli.

Non mi sento di dare un voto, non ha senso: tuttavia, niente di che.


--------------------
"Quando arriverò sulle alture, mi volterò e voglio poter vedere una colonna di fuoco e fumo innalzarsi da dove sino ad oggi sorgeva la grande hacienda di Don Fabio Esqueda! Adiòs!"
PMEmail PosterMSN
Top

 
Jason Ducaux
Inviato il Domenica, 10-Apr-2011, 17:43
Quote Post


Cavaliere Solitario
****

Gruppo: Ranchero
Messaggi: 717
Utente Nr: 1187
Iscritto il: 24-Dic-2010



Un buon albo autoconclusivo,uno dei pochi a dire il vero se facciamo eccezione per i centenari:piacevole nella lettura,per me più che buono sia sul piano narrativo che su quello grafico.
Tutto incentrato sulla misteriosa "morte nera" provocata da dardi avvelenati,così come avevamo visto in un altro paio di occasioni nella storia del ranger.
Disegni ottimi,con un Civitelli nel pieno del suo splendore e della sua maturità artistica,davvero una delizia per gli occhi.
Voto 7,5
PMEmail Poster
Top

 
MarcoPalaOregon
Inviato il Lunedì, 05-Mar-2012, 20:01
Quote Post


Mandriano
**

Gruppo: Cittadino
Messaggi: 208
Utente Nr: 1387
Iscritto il: 22-Giu-2011



Storia breve, ma godibile: decisamente più un thriller che un western. Secondo me, Civitelli rende la totalità dell'albo di più alta qualità.
Come numero "di passaggio" ci può stare.

Voto: 7
PMEmail PosterUsers Website
Top

 
Gatecrasher
Inviato il Giovedì, 26-Apr-2012, 21:24
Quote Post


Sbarbatello
*

Gruppo: Cowboy
Messaggi: 80
Utente Nr: 643
Iscritto il: 19-Set-2009



Quello che mi ha lasciato molto perplesso è quando ad inizio albo i cittadini locali dentro il saloon accorgendosi dell'arrivo di Tex e Carson prima si raccomandano di non fare il minimo accenno alla "morte nera",poi non appena i due pard mettono piede dentro il saloon fanno a gara nel "tradirsi".
Nizzi poteva trovare un espediente un po' meno sciocco e soprattutto più credibile per far entrare in gioco Tex e Carson.
PMEmail Poster
Top

 
la tigre nera
Inviato il Martedì, 29-Mag-2012, 14:54
Quote Post


Cavaliere Solitario
****

Gruppo: Allevatore
Messaggi: 755
Utente Nr: 1756
Iscritto il: 13-Apr-2012



QUOTE (theLord @ Giovedì, 29-Mag-2008, 20:54)
Personalmente, invece, ho trovato gradevole questa storia.
I disegni di Civitelli sono bellissimi, come sempre.
Io la sufficienza gliela darei, alla storia, anche se non è molto emozionante, è comunque leggibile fino in fondo

Concordo in pieno con questa descrizione della storia. I fantastici disegni di Civitelli favoriscono la lettura di questa storia dalla durata di un solo albo. C'è di molto peggio.
Voto 7,5 complessivo con una menzione particolare per i disegni
PMEmail PosterUsers Website
Top

 
Nathan1
Inviato il Giovedì, 09-Ago-2012, 16:49
Quote Post


Straniero


Gruppo: Membri
Messaggi: 5
Utente Nr: 1899
Iscritto il: 08-Ago-2012



Secondo me la storia è stata ben sviluppata.
L'atmosfera è intrigante, questo paesotto nascosto in una valle tra le montagne.
Queste persone impaurite da strane morti.

I disegni di Civitelli rendono benissimo l'atmosfera e danno quel tocco irreale che ci sta. Queste casette perfette, l'erba a posto, ma è proprio questo contrasto che deve essere.
La tranquillità, i riti, la devozione e le supertizioni degli abitanti interrotti da queste orribili morti con i cadaveri dal colore nero, misteriose come se fossero una maledizione.

Ben fatta. Voto 10 e disegni 10.
PMEmail Poster
Top

 
Leo
Inviato il Domenica, 18-Nov-2012, 12:32
Quote Post


Cavaliere Solitario
****

Gruppo: Collaboratori
Messaggi: 788
Utente Nr: 1725
Iscritto il: 18-Mar-2012



Io trovo che questa sia tutto sommato una buona storia, nonostante la pensi come Don Fabio sulle storie brevi (le storie di un albo difficilmente possono raggiungere vette elevate).

Non ci vedo un Nizzi svogliato, ma un autore esperto di gialli che, una volta tanto, e per lo spazio esiguo di un albo, ci ha proposto una trama gialla e non western. Non è western perché l'azione, come avete detto in tanti, è praticamente assente, e anch'io mi chiedo, come Carson00, che senso avesse qui la presenza di Carson: ad esempio, qualche giorno fa ho letto "Pioggia", e qui, nonostante la brevità della storia, a mio parere il Vecchio Cammello ci sarebbe stato benissimo. In questa storia,invece, è poco più di un orpello: o gli si fa fare qualcosa in più, oppure (sia pure con mio rammarico) è meglio lasciarlo a casa.

E' un giallo discreto, anche se è vero che colpevole e arma del delitto sono abbastanza scontati. Il suo punto di forza è probabilmente l'ouverture, con i pochi abitanti del paese asserragliati nel saloon, terrorizzati dai recenti inspiegabili avvenimenti e dalla maledizione del vecchio indiano. In questa prima parte, anch'io come Pedro Galindez, rivedo molto de La miniera del terrore, storia ovviamente di ben altro spessore rispetto a questa.

Tirando le somme, è una storia che si fa leggere bene, un buon riempitivo, senza ambizioni ma senza dubbio onesta.

Sul capitolo disegni: le parole di Don Fabio mi fanno riflettere molto, perché avrei potuto scriverle io qualche anno fa. Anch'io, pur trovandolo tecnicamente perfetto, non venivo "scaldato" da Civitelli: più da Piccole Donne (come mi pare abbia detto da qualche altra parte lo stesso Don Fabio) che non da West. Al bianco "freddo" di Civitelli preferivo il nero sporco e "puzzolente" di Ortiz, Fusco, Ticci o Font, o il tratto morbido e caldo di Marcello. Da qualche anno a questa parte, invece, Civitelli mi emoziona: le espressioni dei suoi volti sono parlanti, i suoi paesaggi, sì perfetti e puliti, sono anche stupendamente scenografici nel loro realismo.

Storie come Il Presagio, La Grande Sete e La Cavalcata del morto le ricordo anche per il suo determinante contributo.
PMEmail Poster
Top

 
waco dolan
Inviato il Sabato, 24-Nov-2012, 22:21
Quote Post


Mandriano
**

Gruppo: Cowboy
Messaggi: 113
Utente Nr: 1973
Iscritto il: 24-Set-2012



certo nizzi non è agatha christie ma per essere una storia autoconclusiva non mi è dispiaciuta,
giallo semplice e scorrevole arricchito dai sontuosi disegni di Civitelli che per me
è il migliore disegnatore "moderno" se consideriamo il rapporto velocità-qualità.
I cadaveri che diventano neri è un pò topolinesca ma insomma...
voto 6,5


--------------------
quando l'agnellino è ferito e cerca aiuto a volte arriva la mamma a volte il lupo (tex 438 - gli invincibili)
PMEmail Poster
Top

 
juanraza85
Inviato il Lunedì, 01-Apr-2013, 23:52
Quote Post


Pard
***

Gruppo: Cittadino
Messaggi: 279
Utente Nr: 1967
Iscritto il: 20-Set-2012



Raramente in Tex le storie autoconclusive (e/o celebrative, anche se non é questo il caso) sono destinate a passare agli annali, e questa purtroppo non fa eccezione alla regola. Trama interessante, ma troppo raffazzonata, che si conclude troppo in fretta e soprattutto risulta troppo prevedibile: già la prima volta che ho letto questa storia, appena entrato in scena Walker avevo capito che il cattivone di turno era lui (in una vignetta a metà storia, Civitelli illustra Harrison in maniera da tentare di insinuare dubbi nel lettore, ma ormai la frittata era fatta).
Certo, lo spazio era quello che era, ma proprio per questo ritengo fosse opportuno sviluppare la vicenda in maniera diversa ed in almeno un paio di albi.
Un'altra cosa che mi ha lasciato molto perplesso é stata la non reazione di Tex nei confronti di coloro che avevano causato la morte di un essere umano, per lo più indiano, solamente perché non sapevano come combattere altrimenti la noia: in situazioni del genere, Tex e soci fanno di tutto per assicurare giustizia alle vittime, in questo caso invece (forse perché troppo presi dalle prorità più immediat la morte dell'indiano era avvenuta un anno prima, ma non sono una scusanti plausibili, specie considerati i soggetti e il loro concetto di giustizia) la cosa sembra lasciarli del tutto indifferenti.

Per concludere, eccomi ai voti: 7 alla sceneggiatura ed 8 ai disegni di Civitelli, non del tutto concordi con il testo ed il contesto.
PMEmail Poster
Top

 
paco ordonez
Inviato il Martedì, 02-Apr-2013, 02:44
Quote Post


Nizziano(e Boselliano)del forum
*****

Gruppo: Collaboratori
Messaggi: 3928
Utente Nr: 608
Iscritto il: 12-Ago-2009



QUOTE (juanraza85 @ Lunedì, 01-Apr-2013, 22:52)
8 ai disegni di Civitelli, non del tutto concordi con il testo ed il contesto.

Perdonami Juan, ma questa non l'ho proprio capita... vuoi dire che i disegni di Civitelli non si adattano alla storia? E perché? Comunque in questo caso non sarei per niente d'accordo con te!
Only registered users can see pictures
Registrati o Entra nel forum!
PMEmail Poster
Top

 
Sam Stone
Inviato il Venerdì, 22-Nov-2013, 19:13
Quote Post


Cacciatore di Taglie
*****

Gruppo: Rangers
Messaggi: 3250
Utente Nr: 367
Iscritto il: 11-Ott-2008



Piccola curiosità.
Ho letto oggi il primo volume di Larry Yuma, acquistato a Milano sabato scorso.
Non mi sembra che sia riportato nel libro Tex secondo Nizzi, ma l'autore per creare questa storia di Tex si è chiaramente ispirato all'ultima storia del volume in questione "Il Villaggio del Terrore".
Stessi personaggi e situazioni.

Cambiano in buona sostanza soltanto due cose: la maledizione è puramente inventata dal cattivo di turno, nel senso che l'indiano morto nella storia di Larry Yuma, è deceduto per stenti e fame non aiutato dagli abitanti del villaggio forse razzisti.
Oltre a questo gli omicidi non vengono commessi con la "Morte Nera" ma l'assassino usa arco e frecce.

Se avete la storia di Larry Yuma potete leggere e divertirvi a trovare le differenze e i riferimenti.

Preciso che dopo averla letta, preferisco di gran lunga l'originale in Larry Yuma, Nizzi era chiaramente più ispirato e libero di muovere i suoi personaggi!

Messaggio modificato da Sam Stone il Venerdì, 22-Nov-2013, 19:14
PMEmail Poster
Top

 
shane o' donnell
Inviato il Mercoledì, 26-Mar-2014, 01:09
Quote Post


Pard
***

Gruppo: Cittadino
Messaggi: 282
Utente Nr: 2628
Iscritto il: 06-Mar-2014



Una storia senza infamia e senza lode, con una sceneggiatura probabilmente tagliata in alcuni punti per ottenere la lunghezza desiderata... invece a mio avviso sarebbe stato meglio ridurre la storia successiva, quella del Teschio, ed allungare questa.
Il personaggio di Rosita come già sottolineato a volte si comporta in maniera incoerente, inoltre gli antagonisti di Tex non hanno chissà quale spessore... insomma, per il nostro ranger una ordinaria amministrazione, quasi una passeggiatina.
Bello invece l'inizio con il mistero creato attorno alle morti inspiegabili.
Carson semplice spettatore..almeno a differenza nostra non ha sborsato soldi per comprare l'albo (vabbè che a me lo hanno regalato...).
Stupendi i disegni di Civitelli, che impreziosiscono il tutto.
Soggetto:6
Sceneggiatura:6
Disegni: 9
Voto complessivo alla storia: 7
PMEmail Poster
Top

 
Chunz
Inviato il Mercoledì, 26-Mar-2014, 11:10
Quote Post


Sbarbatello
*

Gruppo: Cowboy
Messaggi: 81
Utente Nr: 2596
Iscritto il: 10-Feb-2014



Anche io sono dell'idea che la durata sia la pecca principale di questa storia;alcuni passaggi avvengono molto rapidamente e Tex sembra non avere mai il minimo ostacolo,tutto il mosaico si compone molto rapidamente,persino troppo!Forse un mezzo albo in più avrebbe contribuito a mantenere un po' di più il velo sul mistero e a far emergere un po' per volta la figura di Rosita (che mi ricorda molto la Juanita di "Orrore" ). Civitelli fantastico come sempre,trovo che sia in assoluto il miglior disegnatore di tex nel rendere omaggio alla bellezza femminile.


--------------------
"Ci rivedremo sulle colline del vento"
PMEmail Poster
Top

 
Burningbullet
Inviato il Mercoledì, 26-Mar-2014, 11:32
Quote Post


Mandriano
**

Gruppo: Cowboy
Messaggi: 132
Utente Nr: 2608
Iscritto il: 20-Feb-2014



Sicuramente una quantità maggiore di pagine avrebbe permesso di creare un'atmosfera più profonda, ma da quello che ho letto in precedenza mi sembra di aver capito che è stata programmata di proposito per poter arrivare alla storia del 5° centenario senza lasciare nulla in sospeso delle storie fino al 499.
Però per essere una storia breve sono comunque riuscito ad apprezzarla, anche se effettivamente il finale un pò troppo sbrigativo.

I disegni di Civitelli sono molto belli apprezzo molto gli ambienti i momenti notturni.
Un pò mi ha deluso invece la caratterizzazione grafica di Rosita guardando gli altri personaggi femminili creati da Civitelli mi aspettavo qualcosa di un pò più elaborato.

Storia: 7 Disegni: 8
PMEmail Poster
Top


Utenti totali che stanno leggendo la discussione: 0 (0 Visitatori e 0 Utenti Anonimi)
Gli utenti registrati sono 0 :

Topic Options Pagine : (2) 1 [2]  Reply to this topicStart new topicStart Poll

 



[ Script Execution time: 1.1874 ]   [ 25 queries used ]   [ GZIP Abilitato ]