Versione stampabile della discussione
Clicca qui per visualizzare questa discussione nel suo formato originale
Tex Willer > Lucio Filippucci > Le Domande A Filippucci


Inviato da: ymalpas il Giovedì, 04-Lug-2013, 13:55
user posted image



user posted image




Una tavola dalla recente storia L'ORO DEI MONTI SAN JUAN



user posted image

Inviato da: ymalpas il Giovedì, 04-Lug-2013, 14:05
Innanzitutto benvenuto e sinceri complimenti per le bellissime tavole che hai realizzato per Tex!

Dopo due storie, l'"esotico" texone di D'Antonio e la "fredda e polare" ambientazione dell'ultima storia di Nizzi, qual'è il tuo bilancio personale ?

(A parte qualche critica sinceramente incompresibile, noi lettori siamo letteralmente conquistati dalla tua arte).

Inviato da: horseslover il Venerdì, 05-Lug-2013, 15:36
ed io sinceramente vi ringrazio. le critiche fanno parte del gioco e quando sono oneste e argomentate sono solo utili. come ho avuto modo di scrivere nella discussione sui miei albi raccolgo quelle relative ad una certa fissità e inespressività dei pard. riconosco che si può fare meglio. a mia discolpa devo dire che la mia storia precedente di disegnatore di Martin Mystere non mi ha certo aiutato. passare da una linea chiara sintetica e molto stilizzata al relismo dinamico e sporco di Tex, credetemi, è stata dura, ma mi sono impegnato al massimo cercando di non tradire il mio stile e rispettare i personaggi. partendo da uno studio del Tex di Ticci (che ovviamente è il disegnatore che mi piace di più) sono arrivato ad un volto di Tex che mi soddisfa seppure ancora parzialmente incompleto (vedi espressività). a questo proposito devo comunque dire che mi piace un Tex duro, macho, un giusto che ha vissuto la maggior parte della sua vita all'aperto e che rischia la pelle ad ogni episodio. quindi qualche segnetto sul volto è inevitabile, senza esagerare. su una recente recensione (devo dire estremamente antipatica per un palese astio da parte dell'autore sulla quale scriverò nella discussione appropriata) ho letto che i miei recenti albi non sono al livello del mio Texone: grave errore di valutazione. è il contrario. nel Texone si notano indecisioni in molti visi di Tex spesso mutuato da quello di Ticci. i cavalli, esseri a me sconosciuti erano spesso presi a prestito da foto o altri fumetti per non parlare di altri dettagli meno visibili ai più. diciamo che mi ha salvato un impegno pazzesco, il non aver contato i giorni e le ore impiegati a studiare l'abc del west e una ambientazione particolare e molto nelle mie corde. in questi recenti albi, noto invece (azz. me lo dico da solo!) una maturazione stilistica in generale, una uniformità nei caratteri dei personaggi, una padronaza nel disegno dei cavalli (che ora riesco -miracolo- ad inventare in toto). il mio bilancio personale è dunque positivo. unico neo (non piccolo) la quantità della produzione. la mia sfida attuale è quella di incrementare la produzione senza scadere in qualità. solo una produzione decente e costante, penso, mi permetterà di entrare sempre di più nel personaggio e nel mondo del west. sono abituato alle sfide, cercherò di vincere anche questa.

Powered by Invision Power Board (http://www.invisionboard.com)
© Invision Power Services (http://www.invisionpower.com)