Versione stampabile della discussione
Clicca qui per visualizzare questa discussione nel suo formato originale
Tex Willer Forum - TWF > Luca Raffaelli > Le domande a Luca Raffaelli


Inviato da: ymalpas il Martedì, 07-Set-2010, 10:15
Un caldo benvenuto a Luca Raffaelli e un ringraziamento per aver accettato il nostro invito sul forum. Buona permanenza e un saluto in attesa delle nostre prime domande, sperando che possa trarre vantaggio dalla presenza in questo sito rivolgendone qualcuna di interessante ai nostri autori presenti in questa sezione!

Inviato da: capitano mendoza il Martedì, 07-Set-2010, 10:35
Ciao Luca, e benvenuto! Ti troverai benissimo in questo forum! Ne sono certo!
E ti ringrazio nuovamente per aver accettato l'invito!
Buona permanenza sul forum smile.gif !

Inviato da: andromeda il Martedì, 07-Set-2010, 10:45
BENVENUTO LUCA...un salutone anche da parte mia


Andromeda 1968

Inviato da: Sam Stone il Martedì, 07-Set-2010, 12:01
Benvenuto anche da parte mia!!! biggrin.gif trapper.gif

Inviato da: lucaraffaelli il Martedì, 07-Set-2010, 13:17
Ciao a tutti e grazie davvero per la vostra calorosa accoglienza!

Inviato da: Anthony Steffen il Martedì, 07-Set-2010, 13:20
Un benvenuto anche da parte mia a Luca Raffaelli.

Leggo sempre con interesse le tue prefazioni nei Tex di Repubblica.

Inviato da: AtTheRocks il Martedì, 07-Set-2010, 13:38
Un benvenuto anche da parte mia! Purtroppo ho letto solo i primi 20 numeri dei Tex di Repubblica ma le ho trovate ben fatte.
Comunque abbiamo già avuto modo di parlarne in altri topic, e credo che le discussioni non mancheranno!

Inviato da: West10 il Martedì, 07-Set-2010, 14:00
Benvenuto anche da parte mia, anch'io sono un assiduo lettore delle tue prefazioni sulla collezione storica di Repubblica, che nel mio caso dovrei chiamare "postfazioni" dato che le leggo sempre dopo aver letto la storia smile.gif
Tra l'altro trovo molto belli i rimandi a delle vignette in particolare in cui fai notare alcuni tratti o particolarismi del disegnatore di turno.

Inviato da: capitano mendoza il Martedì, 07-Set-2010, 14:27
Ciao, Luca.
La prima domanda te la faccio io: da quanto tempo leggi Tex? Qual è la tua storia preferita?

Inviato da: andromeda il Martedì, 07-Set-2010, 14:36
ciao Luca io la seconda domanda che mi sta molto a cuore, è vero cio' che si trova scritto su internet su qualche blog???:

TEX A COLORI REPUBBLICA ALTRI 20 NUMERI OLTRE IL 200

E' quanto si sente dire. Davvero, tanto di cappello.
Quella che ormai è divenuta la più formidabile collana di volumi allegati a quotidiani e/o settimanali, i cosiddetti "coillaterali", proseguirebbe ancora in edicola, con un'aggiunta di altre venti settimane rispetto a quanto preventivato.
Sono notizie che penetrano dagli spifferi delle finestre, non ufficiali, ma che piacerebbe a tutti i fans che fossero confermate. Prendetele con beneficio d'inventario...
In ogni caso, complimenti di cuore a tutto lo staff, a Sergio Bonelli e alla sua casa editrice in primis, e a Luca Raffaelli e ai coadiuvatori tutti dell'iniziativa da parte dei periodici del gruppo Repubblica-Espresso.



Grazie e ciao


Inviato da: lucaraffaelli il Martedì, 07-Set-2010, 23:18
Per ora rispondo alla prima domanda del Capitano (così lascio un po' di suspense riguardo l'altra): ho cominciato a leggere Tex nel 1970, a undici anni. Nel 1972 cercavo di comprare quasi tutti i fumetti (riviste, albi, libri) che uscivano. Non ce n'erano poi così tanti, e con una serie di sacrifici (e anche con qualche trucco) ci si poteva riuscire. Le storie che mi sono più rimaste impresse sono state ""Sangue Navajo" e "Tra due bandiere". Ma sul podio metto anche la successiva Caccia all'uomo, la prima di Nolitta, che mi fece sobbalzare per l'approccio innovativo nei confronti dell'eroe. Credo peraltro che i miei gusti personali traspaiano nelle introduzioni, in cui cerco di trovare una via di mezzo tra la critica obiettiva e il giudizio appassionato. E per ora ciao!!!

Inviato da: Anthony Steffen il Mercoledì, 08-Set-2010, 00:03
QUOTE (lucaraffaelli @ Martedì, 07-Set-2010, 22:18)
Credo peraltro che i miei gusti personali traspaiano nelle introduzioni, in cui cerco di trovare una via di mezzo tra la critica obiettiva e il giudizio appassionato.

Si',avendo tutti i volumi di Tex di Repubblica e quindi avendo letto tutte le tue prefazioni,mi sono fatto piu' o meno un idea per quanto concerne i tuoi gusti texiani,anche se di critiche vere e proprie,devo dire,non ne ho lette molte.In particolare,in queste introduzioni,ho sempre apprezzato molto tutte quelle segnalazioni riguardante quelle vignette degne di nota,dove c'e' un espressone particolare di Tex o di Carson,o un dettaglio che a volte sfugge al lettore (me compreso).Li trovo utilissimi perche'a volte ti fanno guardare un disegno con un occhio diverso e piu' attento.

Luca (ti do' del tu),sicuramente quando sei stato interpellato per commentare tutte le storie di Tex in questi volumi della Collezione storica a colori,ti sei dovuto leggere/rileggere cronologicamente tutta la serie.Ti e' mai successo di rivalutare una storia che originariamente quando l'hai letta per la prima volta qualche anno (o decennio) fa' non ti entusiasmo' piu' di tanto?o viceversa?

Inviato da: Zeca il Mercoledì, 08-Set-2010, 00:06
Un caldo benvenuto anche di Portogallo, al mitico Luca Raffaelli (ho tutti i numeri della collezione storica a colori) indianovestito.gif

Inviato da: capitano mendoza il Mercoledì, 08-Set-2010, 11:45
Ciao, Luca.
Una domanda sul tuo lavoro su Tex: quanto tempo prima lavori alle prefazioni di Repubblica? Su quale prefazione stai lavorando ora?

Inviato da: paco ordonez il Giovedì, 09-Set-2010, 03:00
Caro Luca,benvenuto anche da parte mia! Pur non avendo letto che un paio delle tue introduzioni ai volumi di Repubblica,credo sia una grossa cosa per il forum il poterti annoverare fra i suoi utenti!
Detto questo,non ti nascondo che in passato sono stato molto critico nei tuoi confronti. Non per le introduzioni che non ho letto,ma per le interviste, televisive e non, in cui ho avuto modo di sentire alcune tue considerazioni su Tex.
Ti va di parlarne?
La prima cosa che non mi convince:non credi che il parlare,riferendosi a Tex, di "sottofondo di disperazione sulle sorti della civiltà occidentale",oltre che un bel pensiero,sia anche un discorso che pecchi di eccessivo intellettualismo?
Voglio dire:secondo te,davvero tra le intenzioni di Bonelli c'erano simili considerazioni? E davvero un personaggio come Tex, ottimista per natura,che vince (quasi) sempre, e che è sempre dalla parte della Verità e della Giustizia,e che crede nella vittoria della Verità e della Giustizia,abbia un sottofondo così nichilista e pessimista?
Secondo me no:Tex non è il Batman post-Miller,e non è nemmeno Dylan Dog.

Inviato da: West10 il Giovedì, 09-Set-2010, 12:18
Ciao Luca,
ho letto che Villa sarà presente a Romics 2010. Sarà presente in un determinato giorno o in tutti e 4 i giorni?

Inviato da: andromeda il Giovedì, 16-Set-2010, 08:17
Ciao Luca...dato che per la mia domanda dei 20 Tex a colori della Repubblica finali oltre ai 200 già decisi rimane una "suspance".... smile.gif

vorrei dare un consiglio-idea che se valutato positivamente magari possa essere discusso con chi di dovere...

perchè non fare alla fine della serie della "Repubblica" (220 o 200 che siano i numeri)....un numero finale extrabonus....di circa 300 pagine con tutte le copertine dei Tex originali di Galep e Villa di tutta la serie??? chiaramente con una buona pubblicità ed un prezzo onesto e giusto sono sicurissimo che tutti correranno in edicola a comprarlo dato che ogni fan di Tex apprezza sicuramente tutti i vecchi numeri da la mitica "Mano rossa" a oggi...

Che ne dici?


ciao

Andromeda

Inviato da: ymalpas il Giovedì, 16-Set-2010, 09:46
Ciao Luca,

pensi che l'iniziativa potrebbe essere estesa anche ad altri personaggi come Zagor e ( soprattutto ) Mister No ?

Inviato da: andromeda il Giovedì, 16-Set-2010, 13:14
Zagor a colori dal 1^ numero sarebbe stupendo

Inviato da: West10 il Giovedì, 16-Set-2010, 22:33
QUOTE (andromeda @ Giovedì, 16-Set-2010, 12:14)
Zagor a colori dal 1^ numero sarebbe stupendo

Concordo !!!

Inviato da: lucaraffaelli il Domenica, 26-Set-2010, 21:29
Carissimi, vi chiedo perdono ma sono stati giorni senza un momento di tranquillità. Ecco, ora posso rispondere alle vostre domande, che ricapitolo.

Anthony Steffen: Ti e' mai successo di rivalutare una storia che originariamente quando l'hai letta per la prima volta qualche anno (o decennio) fa non ti entusiasmo' piu' di tanto?o viceversa?

Di sicuro ho avuto una conferma: che i bei libri, i bei fumetti, vanno letti attentamente, e più li si legge attentamente e più sono interessanti. Forzatamente questa mia attuale lettura è più attenta delle precedenti, e mi sto divertendo un mondo. Siccome devo rispondere però con precisione alla domanda ti farò un nome: Barbanera. Ecco, quel personaggio era scomparso dalla mia memoria di lettore di Tex e invece in questa occasione ho capito che si tratta di uno dei comprimari più appassionanti della lunga schiera bonelliana.

capitano mendoza: Una domanda sul tuo lavoro su Tex: quanto tempo prima lavori alle prefazioni di Repubblica? Su quale prefazione stai lavorando ora?

Sto scrivendo il volume 199. Terminerò il lavoro stanotte o domani mattina. Detto questo credo sia facile fare i conti.

paco ordonez: La prima cosa che non mi convince: non credi che il parlare, riferendosi a Tex, di "sottofondo di disperazione sulle sorti della civiltà occidentale", oltre che un bel pensiero,sia anche un discorso che pecchi di eccessivo intellettualismo?

No, non lo credo. Tex ha molte anime diverse, ma nelle sue storie sul destino degli indiani, e anche in altre in cui si parla di giustizia, di corruzione, c’è un tangibile senso di disperazione. Poi se vuoi in altre c’è anche il contrario di ciò, l’esaltazione nel pensare riuscire in tutto. Ma Tex sa di non poter cambiare il mondo e anche la Storia, e sa anche (in alcuni episodi lo dice chiaramente) che i suoi indiani non riusciranno a far valere le loro ragioni, e a far sopravvivere la loro cultura. Non ti pare un motivo sufficiente per avere un sottofondo di disperazione?

Voglio dire: secondo te, davvero tra le intenzioni di Bonelli c'erano simili considerazioni? E davvero un personaggio come Tex, ottimista per natura, che vince (quasi) sempre, e che è sempre dalla parte della Verità e della Giustizia,e che crede nella vittoria della Verità e della Giustizia, abbia un sottofondo così nichilista e pessimista? Secondo me no:Tex non è il Batman post-Miller, e non è nemmeno Dylan Dog.

Certo che non lo è. E nichilista non lo definirei mai. Ma il pessimismo, come dicevo prima, lo esprime chiaramente in molti momenti della sua saga. Bonelli sapeva perfettamente come far convivere il lato drammatico e quello giocoso di Tex. E in quello drammatico il pessimismo c’è, eccome.

West10: Ciao Luca,
ho letto che Villa sarà presente a Romics 2010. Sarà presente in un determinato giorno o in tutti e 4 i giorni?

Sicuramente ci sarà il sabato e la domenica (vero Claudio?). Ti/vi consiglio comunque di andare a visitare il sito www.romics.it.

andromeda: perchè non fare alla fine della serie della "Repubblica" (220 o 200 che siano i numeri)....un numero finale extrabonus....di circa 300 pagine con tutte le copertine dei Tex originali di Galep e Villa di tutta la serie???

ymalpas: pensi che l'iniziativa potrebbe essere estesa anche ad altri personaggi come Zagor e ( soprattutto ) Mister No ?

Sono entrambe delle ottime idee! Non posso fare altro che raccoglierle e proporle a mia volta... Per quanto riguarda la continuazione della collana oltre il 200 non so proprio nulla...

Vi saluto calorosamente sperando di incontravi a Romics! Ciao
Luca

Inviato da: paco ordonez il Martedì, 28-Set-2010, 08:28
QUOTE (lucaraffaelli @ Domenica, 26-Set-2010, 20:29)
No, non lo credo. Tex ha molte anime diverse, ma nelle sue storie sul destino degli indiani, e anche in altre in cui si parla di giustizia, di corruzione, c’è un tangibile senso di disperazione. Poi se vuoi in altre c’è anche il contrario di ciò, l’esaltazione nel pensare riuscire in tutto. Ma Tex sa di non poter cambiare il mondo e anche la Storia, e sa anche (in alcuni episodi lo dice chiaramente) che i suoi indiani non riusciranno a far valere le loro ragioni, e a far sopravvivere la loro cultura. Non ti pare un motivo sufficiente per avere un sottofondo di disperazione?
Certo che non lo è. E nichilista non lo definirei mai. Ma il pessimismo, come dicevo prima, lo esprime chiaramente in molti momenti della sua saga. Bonelli sapeva perfettamente come far convivere il lato drammatico e quello giocoso di Tex. E in quello drammatico il pessimismo c’è, eccome.


Innanzitutto,grazie per l'esauriente risposta!! indianovestito.gif
Diciamo che sul pessimismo mi hai convinto...se parliamo però-unicamente-di pessimismo nei confronti del destino degli indiani;e diciamo anche che il pessimismo sulla corruzione può esserci-anche se comunque,nella sua realtà,Tex la corruzione e l'ingiustizia le sbaraglia sempre.

Ma dal pessimismo sul destino degli indiani a passare a una "disperazione sulle sorti della civiltà occidentale" secondo me ce ne corre.
Voglio dire:mi sembra un pensiero troppo nostro,troppo appartenente a noi uomini insicuri del ventunesimo secolo,che abbiamo assistito al crollo delle torri gemelle,a guerre infinite e sanguinose,a nuove potenze come la Cina che fanno venir meno le nostre certezze di superiorità poilitica ed economica.

Ma tali questioni Bonelli,negli anni '50,se le poneva? Siamo sicuri che,al fondo dell'intenzione di Bonelli quando scriveva le storie del suo personaggio,ci fosse una similie previsione storica negativa?
Sinceramente non lo credo affatto.
Al contrario,il fatto che Tex sia un personaggio ottimista e positivo,e un personaggio che vice sempre,a me porterebbe (e dico porterebbe) a pensare a un idea ottimista del destino della società occidentale-ma anche in questo caso,continuo a credere che Bonelli simili problemi filosofici non le si poneva proprio(almeno quando scriveva Tex).

Inviato da: AtTheRocks il Martedì, 28-Set-2010, 13:16
Sono d'accordo con Paco, anch'io credo che quando GLB scriveva il Tex degli inizi lo facesse senza pensare troppo a messaggi come "la disperazione della società occidentale" o simili.
Anzi, credo che il periodo storico del dopoguerra (più che il fatto di vincere sempre) abbia fatto si che GLB volesse trasmettere, come dice Paco, sentimenti ottimistici, speranzosi per il futuro, vogliosi di riscatto dopo gli anni bui della guerra e anche quelli immediatamente precedenti.

Inviato da: ymalpas il Mercoledì, 29-Set-2010, 10:16
Nel forum, nel topic dedicato alla storia "Il Presagio" abbiamo discusso delle tavole "censurate" apparse nell'edizione a colori... http://texwiller.forumfree.org/index.php?&showtopic=941&st=15

Vorrei sapere il tuo punto di vista su questo tipo di "revisionismo" che sembra metterci tutti d'accordo nel condannarlo. Cosa spinge, secondo te, l'editore a riscrivere pezzi di storie neanche troppo datate ?

Inviato da: andromeda il Martedì, 05-Ott-2010, 13:01
CIAO Luca...prova a proporre una stampa formato Repubblica a colori di tutte le copertine di formato originale da Galep ai giorni nostri con Villa..non sarebbe bello???

andromeda

p.s. ho visto che anche altri fanno le stesse richieste

Inviato da: AQUILANERA il Martedì, 05-Ott-2010, 13:12
Buon giorno Luca son felice che TEX a colori prosegua ancora è veramente una cosa molto fatto bene anche per quanto riguarda le Rubriche preinizio storia; ho un desiderio si potrebbero stampare 1 o 2 volumi con tutte le COPERTINE originali di TEX ogni singola in formato volume Repubblica sarebbe una gran bella cosa dal Grande GALEP a non meno grande VILLA magari in prossimità di Natale ci si farebbe a tutti noi texiani un megaregalo natalizio.
Salutoni e complimenti

Inviato da: capitano mendoza il Martedì, 05-Ott-2010, 17:23
Ciao, Luca.

Una domanda un pò stupida, ma provo a fartela lo stesso biggrin.gif :

Hai mai pensato di poter scrivere e sceneggiare una storia di Tex?

Inviato da: winsor il Mercoledì, 06-Ott-2010, 00:33
Ciao, Luca. Fossi in te non sottovaluterei l'idea di raccogliere tutte le cover che Villa ha realizzato per la Collezione Storica a Colori in un volume finale. Noi tutti ne saremmo felicissimi. Sarebbe bello mettere in appendice anche le stupende cartoline realizzate, sempre da Villa, per Tex Nuova Ristampa. A questo volume potrebbe aggiungersene un secondo, dedicato all'indimenticabile creatore grafico di Tex, Aurelio Galleppini, contenente tutte le 400 cover da lui realizzate per Tex. Pensaci seriamente, sarebbe veramente una cosa bellissima.

Inviato da: West10 il Lunedì, 11-Ott-2010, 11:12
Ciao Luca,
ci siamo incontrati a Romics 2010, ho avuto modo di fare due chiacchiere con te sabato pomeriggio subito dopo l’inizio del cartone animato di Pinocchio a cui avevo portato i miei figli.

Ti volevo fare innanzitutto i miei complimenti per l’incontro che hai organizzato con Claudio Villa e per le ottime domande poste. Sei stato un ottimo intervistatore/moderatore.
Uguali complimenti te li faccio per le iniziative riguardanti i fumetti che hai curato in questi anni su Repubblica.

Poi volevo rammentarti le proposte, che già ti ho fatto personalmente, per la serie storica a colori di Tex e per altre iniziative future. Oltre ad unirmi agli altri sull’idea di fare un volume con i disegni del grande Claudio io vorrei che dopo aver finito i racconti della serie mensile facessi pubblicare sulla stessa serie a colori le storie di Tex uscite in questi anni sui Maxi, sugli Speciali, sugli Almanacchi e, perché no, le storie piccole uscite qua e la su altri giornali. Alla fine avremmo così una collezione a colori veramente STORICA in cui tutte, ma veramente tutte, le storie di Tex sarebbero presenti!!!

Quando Tex sarà finito sarebbe bello veder pubblicati a colori altri due capolavori:

La storia del West di Gino D’Antonio

I protagonisti del West di Rino Albertarelli

e poi si potrebbe iniziare la serie storica a colori di Zagor trapper.gif

Inviato da: andromeda il Lunedì, 11-Ott-2010, 14:50
QUOTE (West10 @ Lunedì, 11-Ott-2010, 10:12)
Ciao Luca,
ci siamo incontrati a Romics 2010, ho avuto modo di fare due chiacchiere con te sabato pomeriggio subito dopo l’inizio del cartone animato di Pinocchio a cui avevo portato i miei figli.

Ti volevo fare innanzitutto i miei complimenti per l’incontro che hai organizzato con Claudio Villa e per le ottime domande poste. Sei stato un ottimo intervistatore/moderatore.
Uguali complimenti te li faccio per le iniziative riguardanti i fumetti che hai curato in questi anni su Repubblica.

Poi volevo rammentarti le proposte, che già ti ho fatto personalmente, per la serie storica a colori di Tex e per altre iniziative future. Oltre ad unirmi agli altri sull’idea di fare un volume con i disegni del grande Claudio io vorrei che dopo aver finito i racconti della serie mensile facessi pubblicare sulla stessa serie a colori le storie di Tex uscite in questi anni sui Maxi, sugli Speciali, sugli Almanacchi e, perché no, le storie piccole uscite qua e la su altri giornali. Alla fine avremmo così una collezione a colori veramente STORICA in cui tutte, ma veramente tutte, le storie di Tex sarebbero presenti!!!

Quando Tex sarà finito sarebbe bello veder pubblicati a colori altri due capolavori:

La storia del West di Gino D’Antonio

I protagonisti del West di Rino Albertarelli

e poi si potrebbe iniziare la serie storica a colori di Zagor trapper.gif

quoto tutto in pieno + disegni di GALEP

Inviato da: lucaraffaelli il Martedì, 09-Nov-2010, 18:17
Carissimi tutti, mi scuso con tutti voi per il ritardo con cui rispondo, ma le ultime settimane, successive a Romics (e poi c'è stata anche Lucca) sono state zeppe di cose da fare. Allora, innanzitutto un consiglio: le varie proposte bonelliane per Repubblica/L'espresso bisogna scrivere per lettera alla Bonelli e inviare per email a Repubblica/L'espresso utilizzando questo indirizzo: servizioclienti@repubblica.it. Io sono portavoce dei vostri suggerimenti, ma credetemi, è molto più efficace se voi mi date una mano. Grazie a tutti quelli che sono venuti a Romics e che hanno partecipato all'incontro con Claudio Villa. Se mi è mai venuto in mente di scrivere una storia di Tex? No, credo che questo compito se lo debba assumere uno sceneggiatore serio e pieno di esperienza. Io ho scritto qualche sceneggiatura per i fumetti ma come eccezione che rientra nella regola: preferisco rimanere dall'altra parte del fosso. Per quanto riguarda Bonelli, e se davvero in lui negli anni Cinquanta ci fosse l'idea di un Tex pessimista, direi che un conto è la nascita del personaggio, un conto la sua evoluzione. Quando Bonelli ha creato Tex i fumetti erano letti dagli adolescenti. E' stato col passare degli anni che il pubblico è diventato più adulto e quindi anche i temi di Tex hanno potuto toccare temi più drammatici come gli orrori della guerra, del razzismo, della discriminazione sociale. Quando dico che c'è anche un Tex pessimista mi riferisco alla storia globale del personaggio e non solo alla sua prima fase. E nella storia globale del personaggio, che è vincente, si insinuano dubbi e incertezze, come è giusto che sia in un ere classico e moderno insieme. Ma, ovviamente, questo è solo il mio punto di vista. Attendo risposte e commenti. Un abbraccio a tutti, Luca

Inviato da: Antonio Mondillo il Giovedì, 11-Nov-2010, 17:06
Vorrei proporre delle cose a Luca Raffaelli
1) abbiamo saputo da Sergio Bonelli che Tex Edizione strorica a colori continuerà fino al n. 236. mi sembra giusto a questo punto fare cifra tonda e raggiungere i 250 numeri (magari non andando oltre)
2) Il formato Bonelliano fu inventato negli anni '50 con i primi volumi di Tex gigante e ha avuto un grande successo. Ora ancora Tex è stato il capostipite di un nuovo formato quello dell'Edizione storica a colori che sta riscuotendo un nuovo grande successo. Vediamo infatti che anche altre case editrici vedi Aurea con Dago e Astorina con Diabolik si sono accodati. A questo punto perchè non proporre altre edizioni a colori anche per altri personaggi "storici" come Zagor e Mister No per i quali propongo almeno una cinquantina di volumi per il primo e una trentina per il secondo?
3) Villa, che ho incontrato a Romics 2010, ha detto di pensare ad un libro con tutte le sue copertine. potrebbe essere un'idea farne uno fuori serie dedicato a tutte le copertine le sue cover, nell'ordine:
- copertine della serie regolare
- copertine della edizione storica a colori
- copertine della edizione storica brasiliana
- disegni presi dalle cartoline allegate a Tex nuova ristampa mettendole in ordine cronologico secondo la storia a cui sono riferite
- copertine dell'edizione cartonata Tex Biblioteka della casa editrice Libellus (Croazia)
- copertine realizzate su disegni di Villa (e altri autori) da questo stesso forum (davvero un ottimo lavoro degli amici texiani: da vedere nell'apposita sezione)
Penso possa venire davvero un ottimo lavoro.
Vorrei sapere che ne pensi e che ne pensano gli amici texiani

Inviato da: West10 il Giovedì, 11-Nov-2010, 18:30
QUOTE (Antonio Mondillo @ Giovedì, 11-Nov-2010, 16:06)
Vorrei proporre delle cose a Luca Raffaelli
1) abbiamo saputo da Sergio Bonelli che Tex Edizione strorica a colori continuerà fino al n. 236. mi sembra giusto a questo punto fare cifra tonda e raggiungere i 250 numeri (magari non andando oltre)

Non capisco perchè non si debba andare oltre i 250 numeri... se la collezione va bene anche quando avrà raggiunto la serie mensile si può continuare all'infinito, prima si fanno uscire le edizioni in b/n per gli amanti del b/n e poi, a distanza di tempo, si fa uscire il volume della collezione storica a colori che raccoglie due/tre storie della serie mensile per chi preferisce leggere Tex a colori.
Io, seguendo il consiglio di Luca, scriverò la mail al servizio clienti di Repubblica ed una lettera alla Sergio Bonelli in tal senso, chiedendo anche di includere nella serie storica a colori le storie pubblicate sugli almanacchi, sui maxi e sugli speciali.

Inviato da: Antonio Mondillo il Giovedì, 11-Nov-2010, 18:37
non sono d'accordo sulle storie di almanacchi, maxi e giganti, secondo me potrebbero essere inserite in una serie diversa. propongo per esempio i cartonati a colori della mondadori (quelli rossi) che già quest'anno ha opportunamente dedicato il volume a 2 storie tratte dagli almanacchi. Visto che la serie regolare viene ormai ristampata a colori sula edizione storica quella mi sembra una sede opportuna: con due storie tratte da almanacchi o una da giganti o maxi.
per la continuazione oltre 250 posso essere d'accordo (io mi riferivo al fatto che Bonelli si vuole fermare a 236.

Inviato da: viancafema il Venerdì, 12-Nov-2010, 16:11
Io quoto "fortemente" la proposta di un libro che raccolga tutte le copertine di Villa, anzi se c'e' da fare una petizione!!!!!!!!!

Inviato da: ymalpas il Venerdì, 12-Nov-2010, 19:41
Allora mandate tutti un mail a Repubblica!

Inviato da: West10 il Venerdì, 12-Nov-2010, 23:22
QUOTE (Antonio Mondillo @ Giovedì, 11-Nov-2010, 17:37)
non sono d'accordo sulle storie di almanacchi, maxi e giganti, secondo me potrebbero essere inserite in una serie diversa. propongo per esempio i cartonati a colori della mondadori (quelli rossi) che già quest'anno ha opportunamente dedicato il volume a 2 storie tratte dagli almanacchi. Visto che la serie regolare viene ormai ristampata a colori sula edizione storica quella mi sembra una sede opportuna: con due storie tratte da almanacchi o una da giganti o maxi.
per la continuazione oltre 250 posso essere d'accordo (io mi riferivo al fatto che Bonelli si vuole fermare a 236.

Rispetto il tuo punto di vista e capisco il tuo ragionamento ma permettimi di dirti che la tua idea non mi piace essenzialmente per due motivi che hanno a che fare con il costo ed il tempo di pubblicazione: 1) il costo dei cartonati della mondadori è maggiore rispetto ai volumi di Repubblica 2) con la serie storica di Repubblica che esce settimanalmente potremmo avere tutte le storie pubblicate fuori dalla serie mensile in un ragionevole lasso di tempo, con i cartonati della mondadori che generalmente escono una volta l'anno impiegheremmo anni, non mi va di aspettare tanto.
E poi ormai mi piacerebbe avere la collezione completa di tutte, ma proprio tutte, le storie di Tex in un unica collezione e l'unica possibilità è quella dei volumi di Repubblica in corso di pubblicazione.
Riguardo al tuo timore per le dichiarazioni di SB non preoccuparti, ti riporto le parole di SB "...non ho saputo resistere alla tentazione di cambiare idea e di prolungare la serie in questione di ulteriori trentasei volumi, fin quasi a raggiungere, cioè, il numero degli albi mensili prodotti recentemente. Naturalmente, al di là di ogni riscontro economico, la richiesta di tanti lettori ci inorgoglisce e ci giunge come una ulteriore conferma dell'affetto con cui, ancora oggi, decine di migliaia di lettori italiani seguono le avventure del più longevo cowboy del mondo! "
come vedi non dice affatto che si fermerà a quota 236. Ovviamente ogni decisione è rimandata, se fra 36 volumi le vendite andranno ancora bene non credo si fermerà. Praticamente dipenderà molto anche da tutti noi.

Inviato da: Antonio Mondillo il Sabato, 13-Nov-2010, 09:40
... 02!.gif forse avete ragione il fatto di avere in un'unica serie tutte le storie di Tex non è poi così male!!!! inoltre potremo vedere l'interpretazione di Villa delle copertine dei giganti. 02!.gif
forza ragazzi facciamoci sentire da Repubblica!!!!!

Inviato da: paco ordonez il Lunedì, 15-Nov-2010, 04:31
Altra domanda:-)
Quando affermi che l’immaginario bonelliano ha evidenti punti di contatto con l’immaginario disneyano,intendi dire che Bonelli intenzionalmente si è rifatto (inconsciamente o meno) a quell’immaginario? O che fra i due mondi ci sono solo analogie casuali?

Powered by Invision Power Board (http://www.invisionboard.com)
© Invision Power Services (http://www.invisionpower.com)